Tragedia durante una festa di compleanno, 19enne si tuffa in piscina e muore

Si è tuffato in piscina e non è più riemerso. Tragedia ad una festa di compleanno a Roma, un ragazzo nato a L’Aquila di origini cinesi è morto dopo un bagno, durante una festa di compleanno di 18 anni, organizzata da un suo amico in una piscina nella zona del parco degli Acquedotti. 

La vittima, uno studente, è morta lunedì sera. La procura sul caso ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Indagano i carabinieri. Da quanto emerso, il diciannovenne stava festeggiando un amico. A conclusione del party, ormai a notte inoltrata, un ultimo tuffo in piscina. Anche 19enne cinese si butta in acqua, ma non riemerge.

All’inizio gli amici pensano a uno scherzo, ma non è così. Tutti i tentativi di rianimarlo si sono rivelati inutili. Ora gli inquirenti dovranno accertare quale sia la causa della morte e se ci siano eventualmente delle responsabilità colpose da parte della struttura, per omessa vigilanza. I carabinieri della compagnia di Casilina dovranno capire se anche in orario notturno la piscina, non fruibile dai clienti, doveva essere sorvegliata con un bagnino perché c’erano giovani nella sede. Il corpo del ragazzo è stato portato all’istituto di medicina legale dell’Università di Tor Vergata. Anche per escludere eventuali tracce di alcol o altre sostanze nel corpo. 

Fonte : Roma Today