Il gioco da tavolo di Cyberpunk 2077

Grande successo per il gioco in scatola di Cyberpunk 2077, il videogame più controverso della stagione 2020/21, che sta cavalcando in grande stile la raccolta fondi su Kickstarter, con quasi il quadruplo delle offerte rispetto alla somma minima necessaria per andare in produzione. In questo gioco di ruolo competitivo vecchio stile ci si può divertire fino a quattro sfidanti a impersonare una delle bande che cercando di prendere il controllo di Night City con lotte tra le strade e nei bassifondi della città che ospita il controverso gioco. 

A produrre il gioco è la società Cmon, che già aveva lanciato scatole dedicate ad altri titoli come Zombicide: Undead or Alive o Masters of the Universe: The Board Game – Clash for Eternia, e che in questo caso tenta l’avventura con la creatura dei polacchi di CD Projekt Red, pescando a piene mani dal lore del gioco. Sarà una sfida senza quartiere scegliendo tra quattro tra le varie gang che abitano il sottobosco criminale di Night City, in questo caso Tyger Claws, Valentinos, Maelstrom e Voodoo Boys. Ogni banda ha delle abilità specifiche e può contare su unità con skill particolari per le varie scorribande per esempio per fomentare le rivolte di strada oppure costruire droni o ancora scoprire segreti delle varie Corporazioni. Sarà possibile ingaggiare i vari Edgerunners, i personaggi simbolo del gioco come per esempio Johnny Silverhand (che riprende le fattezze di Keanu Reeves) oppure Evelyn Parker, Jackie Welles o Judy Álvarez.

Content

This content can also be viewed on the site it originates from.

La plancia di gioco è organizzata su due facce per includere tutti i territori e le informazioni, ci sono quattro grosse carte con tutti i dettagli e le abilità di ogni gang, carte per i combattimenti e per gli Edgerunner fino a quelle delle opportunità che possono sparigliare gli equilibri. Si può ancora finanziare per circa 105 euro il progetto ricevendo una scatola del gioco di Cyberpunk 2077 non prima dell’estate 2023: una lunga attesa, ma visto che dal digitale si passa al caro e vecchio mix di cartone e plastica non si dovrebbe cadere in bug, glitch e malfunzionamenti che avevano martoriato il debutto del videogame l’anno scorso.

Fonte : Wired