Amministrative 2022, domenica di ballottaggi nell’area metropolitana di Roma

Giornata di ballottaggi quella di oggi, domenica 26 giugno. In quattro comuni dell’area metropilitana di Roma si decide chi andrà al governo della città nei prossimi cinque anni: Guidonia Montecelio, Ciampino, Ardea e Cerveteri, in totale quasi 170.000 elettori chiamati (si vota fino alle 23) ad esprimere la loro preferenza tra due sfidanti.

Guidonia, la Città dell’Aria, è il territorio più popoloso con quasi 90.000 abitanti esce da cinque anni di amministrazione pentastellata, con il sindaco uscente Michele Barbet che nel 2017 superò il 51% dei consensi. Al primo turno, il 12 giugno, il M5s non è andato oltre il 4,6% con il candidato Alberto Cuccuru, escluso quindi dal ballottaggio che sarà questione tra Mauro Lombardo, civico (35,2%) e Alfonso Masini, il candidato del centrodestra (27,8%). Un peso importante oggi alle urne lo avranno coloro che due settimane fa hanno scelto il candidato grillino, in totale oltre 8.300 persone. 

Lombardo, un passato in Alleanza Nazionale e nel Popolo della Libertà, è stato vicesindaco di Guidonia ai tempi della discussa e burrascosa amministrazione Rubeis, finché non si dimise nel 2011. Il Pd laziale ha espresso pubblicamente il suo appoggio al candidato civico. Dall’altra parte, Masini, 72 anni, una vita passata nell’amministrazione pubblica di Guidonia, dove ha ricoperto anche il ruolo di comandante della polizia locale, sostenuto da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. 

Ad Ardea lo scontro alle urne è tra Lucio Zito (39,6% al primo turno) sostenuto da una coalizione di centrosinistra composta da quattro liste e di cui fa parte il Pd, che ha ottenuto singolarmente il 13,6% dei voti, un pelo più del M5s (13,4), al governo della cittadina a sud di Roma negli ultimi cinque anni con il sindaco uscente Mario Savarese. L’avversario di Zito è il candidato del centrodestra Maurizio Cremonini appoggiato da Fratelli d’Italia, Lega, Cambiamo e Rinascimento. Cremonini arriva al ballottaggio di oggi con il 41,7% dei voti.

Per Ciampino la sfida sarà al femminile, con l’ex sindaca Daniela Ballico (FdI) che ha ottenuto il 38,6% dei voti al primo turno. Ballico aveva visto finire anzitempo la sua consiliatura a causa delle dimissioni di 13 consiglieri, nonostante ciò è riuscita a raccogliere ampio consenso il 12 giugno, sostenuta da sei liste, arrivando ad oggi con un leggero vantaggio su Emanuela Colella, supportata da tutto il centrosinistra (Pd incluso), ma anche dal M5s. Colella due settimane fa era arrivata al 37,6% dei voti. Per lei, però, le possibilità sono molte, potendo contare verosimilmente sull’appoggio di chi ha votato al primo turno Alessandro Porchetta, altro candidato di centrosinistra (18,8%). 

Si chiude con Cerveteri: la sfida è tra Elena Maria Guberti, sostenuta principalmente dal Pd e arrivata al 40,3% il 12 giugno e Giovanni Moscherini (FdI, Lega, Forza Italia) che ha ottenuto il 31,5%. 

Fonte : Roma Today