7 stabilizzatori per GoPro che faranno svoltare i tuoi video

Quale stabilizzatore per GoPro scegliere per ottenere riprese video ancora più fluide in qualsiasi condizione e situazione? Esistono molti accessori che possono essere montati o agganciati alla action cam più famosa al mondo per aumentare notevolmente la già ottima stabilizzazione della quale è dotata di serie. Il principio alla base di questi accessori è lo stesso delle cosiddette steadycam, ovvero le strutture indossabili utilizzate dal cameraman per effettuare riprese ferme anche in movimento come se si poggiasse la videocamera su un carrello. Grazie all’evoluzione di questi prodotti ora è possibile acquistare con una somma contenuta uno stabilizzatore in grado di offrire risultati semiprofessionali. 

Abbiamo selezionato sette proposte di sistemi di stabilizzazione per GoPro per tutte le tasche e tutte le esigenze spaziando in due macrocategorie. Da una parte i sistemi che mettono a disposizione un’impugnatura a una o due mani e con anche la possibilità di agganciare altri accessori; dall’altra i cosiddetti gimbal che sono bastoni dotati di un sistema robotico in grado di muoversi sui tre assi per assicurare che la ripresa risulti sempre stabile anche nell’azione outdoor più spinta. Alcuni dei sistemi che abbiamo scelto sono peraltro universali, nel senso che possono accogliere non solo GoPro, ma anche smartphone, fotocamere o videocamere, risultando molto utili per chi ha una dotazione video-fotografica più ampia.

Che cos’è uno stabilizzatore GoPro

Come anticipato, si può spaziare dai modelli più economici che richiedono una spesa di poche decine di euro fino a quelli più evoluti e complessi anche a livello costruttivo, che invece superano i 100 euro fino a spingersi anche a diverse centinaia per chi non si accontenta e per chi vuole più controllo. Il punto di partenza di ogni stabilizzatore è limitare l’effetto mosso nei video tipico delle situazioni più concitate, ad esempio quando si corre a piedi o in bici, quando ci si tuffa nell’oceano o si cavalca un surf, quando si sfreccia su piste nere da sci o snowboard oppure si corre in sentieri montani. 

A livello visivo, infatti, non è un granché condividere sui social un filmato traballante, con il tanto fastidioso effetto che rovina tutta la qualità che le lenti, il sensore e il processore della GoPro possono offrire. Ed è in questo ambito specifico che entra in gioco lo stabilizzatore, una tipologia di prodotto basata su due possibili soluzioni.

Tutti i prodotti sono selezionati in piena autonomia editoriale. Se acquisti uno di questi prodotti, potremmo ricevere una commissione.

Fonte : Wired