L’anziana turista accerchiata e derubata davanti al palazzo di Giustizia

Accerchiata e borseggiata davanti al palazzo di Giustizia, conosciuto gergalmente a Roma come il “palazzaccio“. Vittima un’anziana turista finita nel mirino di una banda di giovani ladri mentre si trovava a due passi dalla Corte suprema di Cassazione della Repubblica Italiana, a Prati. Sono stati i carabinieri del nucleo operativo della compagnia Roma San Pietro ad arrestare le 4 cittadine romene, di età compresa tra i 23 e i 27 anni, tutte con precedenti.

La banda di ladre, dopo aver avvicinato e circondato una turista svizzera di 70 anni in piazza dei tribunali angolo ponte Umberto I, l’ha derubata sfilando il portafogli dalla borsa che portava a tracolla. Le ladre sono poi state fermate dai militari dell’arma che hanno restituito il maltolto alla vittima.

Gli arresti nell’ambito di mirati servizi coordinati nei quartieri San Pietro, Trastevere e Trionfale da parte dei carabinieri di Roma coordinati dalla procura della repubblica capitolina.  

In manette anche altri due cittadini romeni, di 20 e 36 anni, entrambi senza fissa dimora e con precedenti, che hanno derubato, con le stesse modalità, un turista austriaco in lungotevere Tor di Nona. I militari, infatti, li hanno sorpresi mentre prelevavano il portafoglio dallo zainetto che portava in spalla, approfittando di un suo momento di distrazione.

I carabinieri della stazione Roma Prati hanno sanzionato un 46enne del Bangladesh sorpreso sul ponte Sant’Angelo a svolgere attività abusiva di intermediazione e promozione di tour turistici e vendita di biglietti per musei. Elevata multa di 400 euro e emesso ordine di allontanamento dall’area Unesco per le successive 48 ore. Sequestrati anche dépliant e locandine.

I militari della stazione Roma Trastevere, invece, hanno arrestato in flagranza due uomini di origini africane, gravemente indiziati del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. I due, poco dopo l’una di notte su Ponte Sisto, sono stati sorpresi dai militari mentre cedevano una dose di hashish ad un soggetto identificato, che sarà segnalato al prefetto quale assuntore. 

La perquisizione sui due soggetti ha permesso ai militari di recuperare 3 dosi di metanfetamina, 7 grammi di marijuana e 140 euro in contanti. Per un 17enne, i militari hanno fatto scattare la segnalazione per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Un altro studente minorenne è stato trovato in possesso di modica quantità di hashish ed è stato segnalato alla prefettura.

Nei pressi di via di San Francesco a Ripa, i carabinieri hanno sanzionato il titolare di un esercizio commerciale poiché è stato sorpreso a vendere bevande alcoliche da asporto ad un minorenne ed oltre l’orario consentito dall’ordinanza del Sindaco. A carico di quattro giovani, invece, i Carabinieri hanno elevato una sanzione amministrativa di 160 euro per consumo di bevande alcoliche da asporto oltre l’orario consentito.

I carabinieri della compagnia Roma Trionfale, infine, hanno eseguito verifiche nel quartiere di competenza. In manette è finito un 20enne, di origini rom, che nel corso di un controllo in strada, è risultato evaso dalla misura cautelare degli arresti domiciliari a cui era sottoposto. Il giovane non ha infatti fornito alcuna autorizzazione o motivo dell’allontanamento dal luogo di detenzione.

I carabinieri della stazione Roma Flaminia hanno denunciato per ricettazione tre giovani – di 24, 20 e 21 anni – trovati in possesso di uno smartphone rubato la serata prima ad una 24enne romana nei pressi dello stadio Olimpico. I militari della stazione Roma Ottavia unitamente ai militari del nucleo operativo della compagnia Roma Trionfale hanno denunciato un 29enne romano che, dopo aver minacciato il titolare di un esercizio commerciale, ha asportato alcuni alcolici dandosi successivamente alla fuga.
 

Fonte : Roma Today