Amber Heard: “Amo ancora Johnny Depp. Non sono la vittima perfetta”

Heard: “Non sono una vittima perfetta”

Depp-Heard, l’attrice: “Non biasimo la giuria”. E attacca i social

“Non ho sentimenti negativi nei suoi confronti”, ha specificato la star parlando di Depp. Mentre sul famoso editoriale sul Washinghton Post che ha innescato lo scontro legale con la star di Pirati dei Caraibi, l’attrice sottolinea: “Non riguardava la mia relazione con Johnny”. Heard sostiene di non aver voluto screditare l’ex marito, ma che il suo intento fosse quello di “prestare la mia voce in un discorso più ampio”. Poi un passaggio anche sul suo ruolo e su come è stata percepita la sua immagine. “Non sono una buona vittima, ne prendo atto. Non sono una vittima simpatica. Non sono una vittima perfetta. Ma quando ho testimoniato, ho chiesto alla giuria di vedermi solo come un essere umano”. Nella prima parte dell’intervista,  l’attrice ha sostenuto di non aver mai mentito: “Ho fatto molti errori, ma ho sempre detto la verità”. Mentre sul fatto che il verdetto possa essere stato influenzato dall’opinione pubblica, Heard ha chiarito: “Penso che sarebbe stato impossibile evitarlo, anche per il giudice con le migliori intenzioni. “Ogni giorno”, durante il processo. “passavo davanti tre, quattro, sei isolati pieni di persone con cartelli che dicevano ‘Bruciate la strega’, ‘Amber Heard muori'”.

I progetti per il futuro

E sul futuro? Ora che il processo è alle spalle, l’attrice ha spiegato di voler fare “la mamma a tempo pieno, senza dovermi destreggiare tra le chiamate con gli avvocati”. Mentre sulla sua carriera, dopo la notizia circolata nelle ultime ore secondo cui il ruolo della star in Aquaman 2 sarebbe stato tagliato, è arrivata la smentita da una portavoce dell’attrice a Variety: “Le voci continuano come dal primo giorno: sono imprecise, insensibili e folli”.

Fonte : Sky Tg24