Hellboy, la commovente storia che ispirò a Del Toro il terzo film mai realizzato

L’Hellboy del 2019 non piacque particolarmente ai fan e alla critica, che risultarono piuttosto concordi nel demolire quasi completamente il film con David Harbour nel ruolo che fu di Ron Perlman: non tutti, però, sanno che il reboot diretto da Neil Marshall si piazzò proprio nello slot lasciato vuoto dal terzo capitolo firmato Guillermo Del Toro.

Dopo aver dato vita ai primi due capitoli della saga, infatti, il regista de Il Labirinto del Fauno e La Forma dell’Acqua trovò in un commovente episodio che vide protagonista Ron Perlman l’ispirazione per dedicarsi al film che avrebbe dovuto concludere una trilogia rimasta poi incompiuta.

Nel 2012, ovvero a 4 anni di distanza dall’uscita di Hellboy: The Golden Army, Perlman si trovò infatti a voler accontentare la richiesta di un piccolo fan malato di leucemia: per accontentare Zachary, 6 anni, l’attore si prestò nuovamente al trucco che l’aveva trasformato nel protagonista del film per andare a far visita al suo piccolo amico.

Un evento che riuscì ovviamente a strappare più di un sorriso al piccolo Zachary, che grazie all’intervento della Spectral Motion fu poi trasformato a sua volta in un Hellboy in miniatura: un gesto che colpì al cuore Del Toro, che proprio in seguito a quest’occasione decise di dare il via alla produzione di quel terzo film mai realizzato.

Di lì a poco, infatti, la produzione del film fu messa da parte per far spazio al reboot che sarebbe poi sbarcato in sala nel 2019: meglio così o avreste preferito dare un’occhiata alla nuova creatura di Del Toro? Fatecelo sapere nei commenti! Qui, intanto, trovate la nostra recensione di Hellboy.

Fonte : Everyeye