Reinventing cities, presentati i siti da riqualificare: c’è anche l’ex Mira Lanza

Nella sala protomoteca del Campidoglio sono stati presentati i siti che, per l’edizione 2022, partecipano al bando “C40 Reinventing Cities”.

Il bando, che è promosso dalla rete dei sindaci di quasi 100 città, è finalizzato a rigenerare e rendere più sostenibili e resilienti gli spazi metropolitani. Quest’anno Roma Capitale torna a proporre due siti che erano già stati messi in gara in passato: l’ex stabilimento Mira Lanza (Municipio XI) e l’ex Scuola Vertunni (Municipio V). A questi si aggiunge il sito di Casal Rotondo, di proprietà di FS Sistemi Urbani, situato nel parco dell’Appia Antica. 

Le novità dell’edizione 2022

Sia ex Mira Lanza, lo storico saponifico di Marconi, che l’ex scuola Via Vertunni erano stati candidati anche nell’ultima edizione ma ricevettero poche manifestazioni di interesse, poi nessuna proposta finale. Roma Capitale, facendo seguito all’obiettivo primario di bonificare, recuperare e rifunzionalizzare queste due aree, ha deciso di proporle nuovamente con due importanti novità.

La ex Scuola Vertunni viene messa a bando in alienazione e non in concessione come nella precedente edizione, per favorire la sostenibilità economica degli eventuali investimenti sul bene. Seguendo un principio simile, si è deciso di mettere a bando l’ex Mira Lanza senza paletti economici preliminari. Nella precedente edizione, al contrario, veniva chiesto un canone di concessione di circa 8 milioni di euro per 50 anni, oltre ai costi di bonifica del sito, ai costi per la realizzazione del parco pubblico Papareschi e ai costi di realizzazione dell’intervento di recupero. 

Riqualificare i siti per rilanciare i territori

“Grazie agli Assessori Veloccia e Zevi per aver recuperato in corsa questo bando così importante – ha dichiarato il sindaco Gualtieri –  Abbiamo fortemente voluto l’incontro di oggi per condividere con le categorie interessate le nuove modalità e procedure introdotte per incoraggiare la partecipazione a questa bellissima sfida. È nel pieno interesse di questa amministrazione stimolare la presentazione di progetti innovativi che coniughino innovazione, inclusione e sostenibilità ambientale e sociale, con cui riqualificare e restituire alle romane e ai romani tre luoghi importanti della città che a loro volta contribuiranno a rigenerare aree e territori, disseminando servizi sulla base del modello della Città dei 15 minuti”.

Alla presentazione della terza edizione del bando ha preso parte anche l’assessore all’urbanistica Maurizio Veloccia. “Quando il bando è stato lanciato eravamo in carica da poche settimane e avevamo due alternative: o rimandare la partecipazione al prossimo o entrare in corsa e rimettere in gioco alcuni siti importanti da recuperare alla fruibilità pubblica e alla rigenerazione urbana. Abbiamo individuato 3 siti di grande importanza per riposizionare il bando anche in termini di una loro sostenibilità economica. Il nostro obiettivo, infatti – ha specificato Veloccia – non riguarda l’aspetto economico: a noi interessa che quei siti tornino alla fruizione della città eliminando lo stato di degrado e abbandono in cui questi, purtroppo, versano”.

“Gli anni della pandemia ci hanno insegnato quanto sia importante scambiare best practices tra le diverse città del mondo. Per questo oggi presentiamo il bando Reinventing Cities, concepito per attrarre idee e progetti da tutto il mondo. Valorizzare il patrimonio pubblico significa favorire investimenti, anche privati, nell’ottica della sostenibilità ambientale e dell’inclusione sociale. La città pubblica, spesso vista come un problema – ha commentato l’assessore al patrimonio Tobia Zevi –  deve diventare una potente leva di trasformazione urbana. Vogliamo far funzionare questo bando, modificato per renderlo più appetibile rispetto al passato, con l’obiettivo futuro di una mappatura ambiziosa degli spazi e degli immobili del nostro patrimonio, che vogliamo mettere a disposizione di Roma e delle sue cittadine e cittadini”.

All’appuntamento in Campidoglio ha preso parte anche Umberto Lebruto, l’Ad di FS Sistemi Urbani.“ Nell’ambito del concorso internazionale Reinventing Cities il Gruppo FS mette a disposizione un tassello di biodiversità nel Parco dell’Appia Antica. L’area di Casal Rotondo rappresenta infatti una cerniera tra zone molto rilevanti della città lungo la linea ferroviaria Roma-Formia-Napoli. Un patrimonio – ha sottolineato l’Ad di FS Sistemi Urbani – con diverse possibilità di sviluppo e sfruttamento degli spazi pubblici come ad esempio la predisposizione di percorsi all’aria aperta, anche grazie al ricorso alle nuove tecnologie e infopoint, oltre all’apertura ai turisti di un luogo che racchiude un immenso patrimonio archeologico, storico e naturalistico”.

Le manifestazioni di interesse potranno essere inviate entro il 20 settembre 2022, a ottobre saranno annunciati i finalisti che dovranno inviare le loro proposte finali entro aprile 2023. A giugno del prossimo anno saranno annunciati i vincitori.

I tre siti

Il compendio della ex Mira Lanza, prezioso complesso di archeologia industriale tutelato dal codice dei Beni Culturali, viene proposto in un percorso di valorizzazione, senza vendita. La riqualificazione attesa include le aree libere che circondano gli edifici dismessi della ex fabbrica e la realizzazione del Parco Papareschi, quale area di verde pubblico attrezzato per la riqualificazione del quartiere. Le proposte dovranno favorire l’inclusione sociale attraverso la dotazione e caratterizzazione di spazi, attrezzature e servizi, seguendo il modello della città dei 15 minuti e generando opportunità d’impiego lavorative sul territorio.

La ex scuola di via Vertunni viene proposta con alienazione del diritto di proprietà. Si tratta di una scuola mai completata, in stato di abbandono, uno spazio sottratto al quartiere e fonte di degrado. L’occasione di rigenerare l’area¸ rappresenta un’opportunità importante per recepire le esigenze del territorio e dotare l’area di spazi di qualità a servizio di chi abita e vive il quartiere attraverso l’inserimento di funzioni con servizi e attrezzature per migliorare la qualità di vita dei residenti.

Appia Antica – Casal Rotondo, ubicato nel Parco Regionale dell’Appia Antica poco distante dalla stazione di Torricola, è un sito unico di grande valore storico e pregio paesaggistico. L’area, oltre a offrire la possibilità di dar vita a una forma di rigenerazione culturale, punta a concretizzare e rafforzare una connessione sul territorio. L’obiettivo è realizzare opportunità esperienziali che contribuiscano a far conoscere e condividere luoghi che sono da secoli parte della cultura e della storia dell’umanità.
 

Fonte : Roma Today