Con chi viaggi: la nostra intervista in esclusiva a Lillo e Fabio Rovazzi!

Passato nelle sale a fine maggio, Con chi viaggi è la nuova commedia all’italiana del duo di registi YouNuts!, che tornano su grande schermo con un film on the road dalle tinte noir. Noi di Everyeye abbiamo avuto la possibilità di intervistare i protagonisti Lillo e Fabio Rovazzi si un concetto che li riguarda direttamente: le recensioni.

Noti principalmente su Netflix per la commedia estiva Sotto il sole di Riccione, gli YouNuts! – pseudonimo della coppia di registi Antonio Usbergo Niccolò Ceraia – tornano al genere che gli è caro mescolandolo però a una storia on the road dalle tinte noir. Il film racconta la storia di Michele (Fabio Rovazzi), che utilizzando un’app di car-sharing inizia un viaggio insieme a Paolo (Lillo), Elisa (Michela De Rossi) e Anna (Alessandra Mastronardi). Dopo il passaggio nelle sale per una tre giorni a fine maggio, noi di Everyeye abbiamo avuto la possibilità di tornare sul film intervistando i suoi protagonisti su un concetto cruciale di questo settore: la recensione, negativa o positiva.

Spiega Rovazzi in merito al tema: “Secondo me perdiamo un po’ il senso del soggettivo. Nel senso che ognuno vive i posti, piuttosto che il cibo, piuttosto che i film o mille altre cose, ciascuno a modo suo. Ed è triste che invece si venga guidati dal pensiero comune, dalla media di quello che pensano le altre persone. Però dobbiamo imparare a conviverci, ma ovviamente farsi una propria idea non è una cosa sbagliatissima in generale. Per esempio, visto che sono un amante dei format nelle serate tra amici, una volta ne inventai uno per cui andavamo nel peggiore dei posti, recensito in maniera terrificante, ma volutamente. Ed è stato interessante, io l’ho trovato bello”.

Ci racconta invece Lillo sul suo rapporto con le recensioni: “Io normalmente le vedo, le guardo, quando si tratta di un ristorante o di un albergo, per esempio. Però poi sono una persona che ha bisogno di toccare con mano. Se leggo delle recensioni non troppo buone di una cosa che però voglio assolutamente vedere, ci vado comunque. Invece c’è chi si fa condizionare un po’ di più. Poi certo, è vero che ciascuno può scrivere qualunque cosa, ma se su cento recensioni molte sono uguali, puoi farti un’idea. Tranne con le persone, se mi devono recensire una persona dico no”.

Trovate l’intervista integrale nel video in cima all’articolo mentre qui il trailer di Con chi viaggi!

Fonte : Everyeye