Montemario, verso la revoca della concessione per la piscina di via Taverna

Potrebbe durare poco più di due anni, invece dei dieci previsti, la concessione firmata a febbraio 2020 tra Roma Capitale e il raggruppamento temporaneo di imprese composto dalla SSD Imperium e ASD Aquasport per la gestione della piscina di via Taverna, in zona Trionfale. Ad inizio maggio, infatti, gli utenti dell’impianto natatorio hanno trovato chiusa la struttura che, ad oggi, non è ancora stata riaperta. Per questo sarebbero già state avviate le procedure per la decadenza della concessione.

Piscina via Taverna chiusa senza spiegazioni

A spiegare quanto sta accadendo a RomaToday è il presidente della commissione cultura sport turismo del XIV Municipio Pino Acquafredda: “Appena ricevute segnalazioni dagli utenti della chiusura dell’impianto ci siamo mossi per capire cosa fosse successo, tenendo anche conto che la competenza sulla piscina di via Taverna è del dipartimento. Come Municipio XIV ed in particolare con la commissione che presiedo, stiamo esercitando ogni sforzo per avere una fotografia chiara della situazione e, soprattutto, cogliere l’obiettivo comune della riapertura in tempi rapidi. Devo dire che, dopo la chiusura della piscina, il dipartimento competente ha cercato di contattare i gestori che sono stati invitati anche ad un sopralluogo, senza successo. Di conseguenza il dipartimento ha avviato le necessarie azioni nei loro confronti”. 

Piscina via Taverna, una storia travagliata

La piscina di via Taverna ha alle spalle una storia lunga e travagliata. Chiusa per più di dieci anni senza essere stata utilizzata, nel 2015 un primo raggio di sole quando venne riaperta la palestra della scuola elementare Taverna. Da quel momento semrbava che la strada verso la fine dei lavori dell’impianto natatorio e il suo affidamento in gestione fossero in discesa. A ottobre 2016 un nuovo capitolo, con la promessa di far uscire un bando entro sei mesi.  Mentre nell’impianto venivano anche segnalati bivacchi, a settembre 2017 è stato annunciato il bando per l’assegnazione. Bando che però ha dovuto aspettare il 2018 ed addirittura febbraio 2020 per la stipula del contratto col soggetto affidatario. Adesso, a quanto pare, bisognerà ricominciare tutto da capo. 

Piscina via Taverna, polo essenziale per lo sport nel quartiere 

“Ribadisco che obiettivo di tutti è quello di arrivare alla riapertura il prima possibile – riprende Acquafredda – e per questo, ho convocato una commissione, con la presenza anche del dipartimento, e continueremo a seguire da vicino la vicenda anche in successive riunioni, a partire già dalla prossima settimana. Vorrei dare presto buone notizie agli utenti e a tutte e tutti i cittadini: la struttura di via Taverna è un polo essenziale per lo sport nel nostro quadrante e, ripeto, insieme al dipartimento, ognuno per la propria parte, stiamo cercando di fare tutto il possibile affinché si torni a vivere la piscina”.

Fonte : Roma Today