Cannes, Viggo Mortensen: ‘Cronenberg non ha privato Almodóvar della vittoria’

Viggo Mortensen sfata il mito che vedrebbe la giuria di Cannes di Cronenberg come prima indiziata nel aver “privato” Almodóvar della Palma d’Oro. La giuria del 1999 ha infatti assegnato il primo premio a “Rosetta” dei fratelli Dardenne, che ha prevalso su “All About My Mother” di Almodóvar, destando così una certa confusione all’evento.

Un episodio in particolare del Festival di Cannes nel 1999 ha fatto molto parlare di sè ai tempi, quando la giuria del concorso, guidata da David Cronenberg, ha assegnato a un piccolo film intitolato “Rosetta” la Palma d’Oro a discapito dell’emozionante epopea di Pedro Almodóvar “Tutto su mia madre”. La storia – ora recentemente riemersa sulla stampa – racconterebbe di come Cronenberg e i suoi colleghi, tra cui André Téchiné, George Miller, Holly Hunter e Jeff Goldblum, abbiano fatto di tutto per premiare un altro film rispetto alla pellicola di Almodóvar.

Intervenuto a Cannes 2022, dove Viggo Mortensen è protagonista nel nuovo film di Cronenberg “Crimes of the Future”, la star ha notato che la voce era riapparsa di recente sulla stampa spagnola e ha voluto dire la sua, prendendo le difese di Cronenberg:

È come Trump. Continui a dire qualcosa e la gente inizia a pensare che ci debba essere qualcosa, quando è una stronzata completa”, ha detto l’attore. “Adoro Pedro ed è un bravo ragazzo, ma quella giuria è stato il voto più veloce per la Palma d’Oro per un film chiamato ‘Rosetta’. Unanimi, tutti e nove. Il presidente di giuria può dare un solo voto. Tutte le persone hanno votato per quel film. Allora come ha fatto [Cronenberg] a non far vincere la Palma d’Oro a Pedro? È una storia senza senso”.

Per concludere, vi lasciamo con i due nuovi trailer di Decision To Leave di Park Chan-Wook presentati al festival di Cannes 2022.

Fonte : Everyeye