Cambio vita: Olivia Wilde si rifiutò di apparire nuda nel film con Ryan Reynolds

Questa sera, alle 21:10, sul Canale 27, andrà in onda la commedia vietata ai minori Cambio vita (titolo originale The Change-Up) che vede protagonisti Ryan Reynolds e Jason Bateman. La pellicola uscì in un momento delicato nella vita di Reynolds, in quanto non era ancora un record-man al box-office ed era reduce dalla batosta di Lanterna Verde.

La trama della pellicola è piuttosto semplice e ne ricalca di altre che hanno utilizzato questo tipo di escamotage narrativo, da Tale padre tale figlio (1987) con l’istrionico Dudley Moore a Nei panni di una bionda (1991) del maestro Blake Edwards sino a giungere a Quel pazzo venerdì (2003) con l’improbabile coppia Jamie Lee Curtis – Lindsay Lohan, la Settima Arte ha indagato con risultati alterni in questo “magico” sottofilone comico.

In questa rielaborazione dello stesso concept troviamo Ryan Reynolds vestire i panni di un bambinone che fa a cambio per magia con la vita del suo migliore amico che è invece un uomo sposato e con tre figli; data l’occasione, l’immancabile Mitch farà il filo a una collega di lavoro di Dave, interpretata da Olivia Wilde.

Proprio riguardo la Wilde, che tra non molto tornerà al cinema con il suo nuovo film da regista Don’t Worry Darling, nel corso della sua intervista su Jimmy Kimmel Live! all’epoca della promozione al film, l’attrice dichiarò che si era rifiutata di apparire nuda o di togliersi la maggior parte dei vestiti e ha quindi fatto ricorso a una controfigura per alcuni scatti e indossato alcuni costumi per i primi piani e per gli scatti in alto. Anche Leslie Mann ha seguito l’esempio della collega nel film, mentre altre attrici hanno usato protesi.

Su queste pagine potete leggere la recensione di Cambio vita.

Fonte : Everyeye