Sanità nel Lazio, da oggi prenotazioni online per gli screening oncologici a seno, utero e colon

25 Maggio 2022

Da oggi è attivo il servizio di prenotazione online degli screening oncologici della Regione Lazio: con tre click è possibile fissare un appuntamento per i controlli alla mammella, alla cervice uterina e al colon.

18 CONDIVISIONI

È attivo da oggi il nuovo servizio di prenotazione della Regione Lazio per richiedere un appuntamento e svolgere screening oncologici. Il servizio, rivolto a tutte le assistite e gli assistiti della regione, compresi STP o ENI, cioè gli stranieri temporaneamente presenti e i cittadini comunitari (letteralmente: Europeo Non Iscritto), riguarda la prenotazione di screening della mammella nelle donne in età compresa fra 50 e 74 anni, quello della cervice uterina in quelle fra i 25 e i 64 anni e, infine, uomini e donne fra i 50 e i 74 anni che vogliono effettuare uno screening del colon retto.

Usufruendo del servizio attivo da oggi, donne e uomini possono prenotare diversi esami: una mammografia bilaterale da ripetere ogni 2 anni; un pap test da ripetere ogni tre anni per le giovani donne fra i 25 e i 29 anni o un HPV da ripetere ogni 5 per quelle fra i 30 e i 64 anni e, per concludere, il ritiro del kit per effettuare il prelievo delle feci finalizzato alla ricerca del sangue occulto ripetuto ogni 2 anni.

Come e chi può prenotare online

Prenotare online è davvero facile: basta essere in possesso di codice fiscale (o codice STP o ENI); tessera sanitaria (tranne che per quanto riguarda i titolari di codice STP o Eni e un telefono cellulare al quale, proprio come era accaduto per la somministrazione dei vaccini contro il Covid 19, verrà inviato un sms di promemoria della prenotazione.

Leggi anche

Previsioni meteo Roma e Lazio oggi 21 maggio: caldo estivo, termometro sopra i 30 gradi

Tutte le persone assistite dalla Regione Lazio (compresi STP o ENI) possono usufruire del servizio, purché rientrino nella fascia di età specificatamente disposta dallo screening, non abbiano mai effettuato gli esami di screening, non abbiano ricevuto la lettera da parte della propria Asl e non abbiano aderito all’ultimo invito da parte della stessa. Non possono usufruire del servizio neppure coloro che sono già inseriti in un percorso di diagnosi o cura per i tumori della mammella, della cervice uterina o del colon retto e colore che sono esclusi da questi tipi di controlli per ragioni anagrafiche o cliniche, come i soggetti che hanno subito isterectomia e mastectomia bilaterale né chi ha effettuato il pap-test, il test HPV o la mammografia negli ultimi 12 mesi.

La prenotazione in tre click

Per prenotare basta andare sul sito dedicato alle prenotazione degli screening oncologici, scrivere il proprio codice fiscale e le ultime 13 cifre del numero identificativo scritto sul retro della tessera sanitaria e affermare di aver preso visione del documento sulla privacy.

Dopodiché si apre una schermata con tre schede: qui è necessario scegliere lo screening oncologico desiderato. Il sistema presenta, poi, data e struttura in cui si può eseguire l’esame richiesto e, dopo aver visionato la disponibilità e inserito i contatti, è possibile confermare la prenotazione, scaricare il promemoria e restare in attesa dell’sms inviato dalla Regione Lazio.

Altri test prenotabili online

Già ad inizio maggio la Regione Lazio ha aperto il servizio di prenotazione obbligatoria per poter prenotare alcuni esami clinici. Fra le prime 80 prestazioni per cui è stato disposto il servizio, oltre a prime visite e novità, le persone che godono dell’assistenza sanitaria all’interno della regione Lazio possono prenotare anche ecografie e tac.

18 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage