Tirana, scontri tra polizia e ultras

Disordini a Tirana. Le forze dell’ordine della capitale albanese hanno confermato che ci sono stati incidenti nella città che mercoledì sera ospiterà la prima finale di sempre della Conference League tra Roma e Feyenoord. Secondo quanto riporta l’Ansa, la polizia di Tirana ha reso noto, con un comunicato, che è salito a 60 il numero degli ultras fermati a seguito degli incidenti occorsi in serata, con annessi scontri con le forze dell’ordine. Di queste persone accompagnate in commissariato, 48 sarebbero di nazionalità italiana (in questo numero sono compresi anche coloro che viaggiavano su un bus fermato dalle forze dell’ordine, nel quale sarebbero stati trovati mazze, cric e altri oggetti contundenti) e 12 olandesi. E 12 è anche l’ultimo aggiornamento riguardante il numero dei poliziotti rimasti feriti, mentre gli italiani sarebbero tre

Gli scontri con la polizia

In un caso – come riporta l’Ansa – un uomo di nazionalità albanese è stato ferito da una sediata alla testa nella fan zone riservata ai tifosi del Feyenoord. È attualmente al pronto soccorso, ma non corre pericoli particolari.  Negli casi citati gli scontri si sono verificati fra forze dell’ordine e supporter venuti dall’Olanda (finora a Tirana ce ne sarebbero circa settemila). Uno in una delle zone della ‘movida’ della capitale, a poche centinaia di metri dalla sede del Governo, in via Mustafa Matohiti. Circa duecento hooligans olandesi si sono scontrati con la polizia, usando mazze e lanciando pietre contro gli agenti, due dei quali sono rimasti feriti. Mentre altri ancora sono avvenuti vicino alla sede della direzione centrale della polizia di Tirana, in una delle zone centrali della capitale. Sono intervenute anche le unità speciali delle forze dell’ordine che hanno respinto i supporter olandesi – prosegue l’Ansa -, che si sono diretti verso piazza Scanderbeg, in pieno centro. Un’auto delle polizia è rimasta con i vetri in frantumi.

Fonte : Sky Sport