Un nuovo pomodoro “biofortificato”, contrasta la carenza di vitamina D

Dalla ricerca arriva una nuova linea di pomodoro in grado di contrastare la carenza di vitamina D. Si tratta di un prodotto “biofortificato”, ovvero geneticamente modificato in modo da accumulare nelle foglie e nei frutti la provitamina D3, il precursore assumibile della vitamina D, fondamentale per la salute delle ossa e del sistema immunitario contro infezioni, tumori, Parkinson e demenze. Descritto sulle pagine della rivista specializzata Nature Plants, è stato messo a punto in laboratorio da un gruppo internazionale di studiosi coordinato dall’Istituto di scienze delle produzioni alimentari del Consiglio nazionale delle ricerche di Lecce (Cnr-Ispa), in collaborazione con il John Innes Centre di Norwich, in Gran Bretagna. Alla ricerca ha partecipato anche il Centro di ricerca genomica e bioinformatica del Crea.

La nuova linea di pomodoro

Il team di ricerca ha inoltre dimostrato che trattando i pomodori di questa linea con luce ultravioletta è possibile convertire la pro-vitamina D3 in vitamina D, aprendo nuove prospettive per la produzione di pomodori in grado di fornire direttamente la vitamina attiva. Secondo gli studiosi, per esempio, si potrebbe usare l’estratto delle foglie trattate con raggi Uv per produrre integratori vegani di vitamina D.

Fonte : Sky Tg24