San Basilio: panchine colorate al ‘parco dei diritti’ della scuola Zaveria Cassia

Panchine colorate dedicate ai diritti umani. Sono questi i nuovi arredi all’interno del giardino della scuola ‘Zaveria Cassia’ di via Corridonia, a San Basilio. L’installazione artistica sarà inaugurata lunedì nell’ambito di un progetto educativo e sociale destinato agli alunni e alle loro famiglie. All’appunamento è attesa l’assessora alle politiche sociali del Comune di Roma. “La nostra scuola da sempre vuole dare grande importanza alla formazione completa dei propri alunni, non solo scolastica ma anche umana e civile” ha commentato il dirigente scolastico, Alessandro Capponi. 

La scuola ‘Zaveria Cassia’ è un’istituzione a San Basilio: presente in quartiere da oltre 70 anni ha formato decine di generazioni. Tante le rimostranze da parte dei residenti e delle famiglie quando, nel 2018, stretta in una crisi economica, la scuola ha rischiato di chiudere. Superato l’ostacolo, poi, l’istituto di via Corridonia ha continuato ad accogliere i bambini di San Basilio. L’Istituto comprensivo, fondato dalle Suore Sacramentine di Bergamo nel 1942, negli ultimi anni gestito dalla cooperativa Kairos, pecializzata in servizi per l’infanzia, attività scolastiche ed educative volte al contrasto del disagio e formazione in età adulta.

Le panchine saranno dedicate al diritto alla cittadinanza (ricordando la figura di Sandro Pertini), al rispetto delle donne e contro ogni violenza (Franca Rame), al diritto all’inclusione (Ezio Bosso), al diritto alla famiglia (Madre Teresa di Calcutta), al diritto alla pace (Nelson Mandela), al diritto al rispetto e alla libertà di pensiero (Peppino Impastato), al diritto all’istruzione (Malala Yousafza), al diritto alla giustizia (alcuni magistrati fra i quali Paolo Borsellino e Giovanni Falcone) e al diritto all’infanzia dedicata a tutti i bambini del mondo. Su ogni panchina è stato apposto un QRcode che consentirà di prendere visione dei lavori multimediali dedicati ai vari personaggi realizzati dai ragazzi dell’Istituto comprensivo. “L’iniziativa ha un valore educativo speciale proprio per il contesto che il quartiere di San Basilio propone” ha sottolineato Capponi. 

Fonte : Roma Today