Linea Vigna Clara – Valle Aurelia, comitati e associazioni chiedono un incontro con le istituzioni

Un incontro pubblico con le istituzioni per presentare dubbi e criticità in merito all’imminente apertura della stazione di Vigna Clara. Sei tra associazioni e comitati hanno chiesto un confronto, venerdì 20 maggio alle 18 presso la sala riunioni della parrocchia di San Gaetano in via Tuscania 12, a membri di giunta regionale, capitolina e municipale per capire come verranno risolte alcune criticità legate all’attivazione della linea Vigna Clara Valle Aurelia in programma il prossimo 12 giugno.

Stazione Vigna Clara, la lettera di comitati e associazioni

I comitati “Un Anello per Roma”, “I Quartieri di Vigna Clara e Dintorni”, “ per la Mobilità Sostenibile Quadrante Nord Ovest di Roma”, “Ambiente e Legalità Ponte Milvio”, e le associazioni “Fleming – Vigna Clara per la Mobilità” e “Cittadini Attivi Roma XV”, hanno scritto in una nota che “pur avendo accolto con estremo favore e soddisfazione le ultime dichiarazioni rilasciate lo scorso 03 maggio dall’ing. Pier Luigi Giovanni Navone, direttore generale per la sicurezza delle ferrovie dell’ANSFISA, e dall’ing. Marco Marchese, direttore della direzione investimenti di RFI” hanno deciso di organizzare “un incontro pubblico” per condividere “perplessità e preoccupazioni, già espresse e dettagliate in due lettere inviate al municipio” il 16 marzo e il 26 aprile 2022, così come durante l’incontro del 5 maggio 2022, organizzato dai consiglieri municipali Martorano, Marinali, Petrassi e Forti.

Stazione Vigna Clara, pochi i treni previsti

I dubbi riguardano principalmente due aspetti: il numero di treni previsti e il parcheggio di piazza Diodati, con il conseguente posizionamento del mercato Flaminio Nuovo. I comitati, nelle lettere già inviate in passato agli organi competenti, esprimevano perplessità sul fatto che “sembrerebbe che Trenitalia abbia contrattato con la Regione Lazio nove coppie di treni al giorno, delle quali sei fino a San Pietro e tre fino ad Ostiense, con le fermate di Valle Aurelia, San Pietro, Quattro Venti, Trastevere ed Ostiense. Quanto sopra corrisponderebbe ad una media di circa un treno ogni due ore che, se confermata, sarebbe, a nostro avviso, a dir poco insufficiente”. 

Stazione Vigna Clara, il problema del mercato di piazza Diodati

Su piazza Diodati, sulla quale Rfi ha cominciato i lavori di pulizia proprio in vista della riapertura della stazione di Vigna Clara dopo più di 30 anni di attesa, i comitato racconta come sia “emersa comunque la volontà dell’attuale Amministrazione Municipale di mantenere, ove possibile, il mercato nell’attuale dislocazione”. Fondamentale sembra essere la “conclusione di tutte le attività necessarie allo spostamento del mercato stesso in apposita area sita in via Monterosi”. Si tratta di un’area “già individuata e presa in carico dal Municipio XV dove sono stati già finanziati progettazione e lavori per la realizzazione sia di un parcheggio pubblico che dei sottoservizi necessari per la successiva realizzazione del mercato”.

Per rispondere a tutte queste domande sono stati invitati a partecipare all’incontro l’assessore regionale Mauro Alessandri (Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità), gli assessori capitolini Monica Lucarelli (Attività Produttive e alle Pari Opportunità), Eugenio Patanè (Mobilità), Maurizio Veloccia (Urbanistica) Andrea Tobia Zevi (Patrimonio e alle Politiche Abitative), il presidente Daniele Torquati e gli assessori municipali Luigia Chirizzi (Lavori Pubblici) e Tommaso Martelli (Attività Produttive e Politiche dello Sport).
 

Fonte : Roma Today