I bodyguard che hanno aggredito i giornalisti alla cena dei calciatori dell’As Roma

Una cena per compattare il gruppo in vista delle due ultime partite della stagione, contro Torino e Feyenoord. L’idea del capitano dell’As Roma Lorenzo Pellegrini, rischia però di restare sulle cronache per l’aggressione avvenuta a danno di due giornalisti. Teatro dei fatti un ristorante del centro, in piazza de’ Ricci. Qui, all’esterno, era stato approntato un tavolo solo per i calciatori della Roma, protetti da occhi indiscreti da fioriere e dalla presenza di bodyguard. 

La notizia, in breve tempo, però si è diffusa, portando sul posto un gruppo di cronisti pronti a raccogliere una battuta o uno scatto dell’evento. Come da prassi, cercando di rubare uno scatto della tavolata, un giornalista e un fotografo sono saliti in un punto per uno scatto dall’alto. Altri cronisti sono rimasti giù, fuori dal portone. Alla vista dei giornalisti in alto, i bodyguard si sono allarmati, accorrendo fuori dal portone. Ed è qui che è nato il parapiglia. 

Si legge su Il Messaggero, giornale il cui cronista Gianluca Lengua è tra gli aggrediti: “Le foto sono state considerate inopportune (…)” e il giornalista Gianluca Lengua “agguantato per il collo della camicia (che si strapperà) con una presa professionale, le minacce, il tentativo di sbattergli la testa contro il muro, mentre il nostro cronista urlava “aiuto””.

A porre fine all’accaduto l’arrivo di due agenti di polizia che hanno, come da prassi, provveduto alle identificazioni dei protagonisti della vicenda.

Fonte : Roma Today