Juventus, Chiellini: “Oggi me la sono goduta, lascio felice. Ora tocca ai ragazzi”

Giorgio Chiellini ha salutato il popolo juventino. Nel match contro la Lazio, il difensore della Juventus ha giocato diciassette minuti (diciassette come gli anni passati in bianconero), prima di uscire sotto la stading ovation dell’Allianz Stadium, atto conclusivo di un percorso che lo rende fiero: “Questa storia con la Juve mi rende orgoglioso. Lascio con tanta gioia e felicità. Oggi me la sono goduta. La mia partita l’avevo fatta mercoledì scorso. La prossima vera sarà il primo giugno (quando l’Italia giocherà la Finalissima a Wembley contro l’Argentina, ndr). Fino a lì sarà festa”, ha detto lo stesso Chiellini a Sky Sport. Poi ha aggiunto: “Ho sempre detto che mi sarebbe piaciuto lasciare a buoni livelli e ci sono riuscito. Non è stata un’annata facile, ma sono riuscito a preparare bene le partite. Questo mi ha dato di più la spinta per lasciare ora e lasciare spazio ai giovani. La Juve ha bisogno di ripartire e ora i ragazzi devono prendersi questa responsabilità. Con la mia presenza, li ho un po’ aiutati e un po’ gli ho tarpato le ali. Ora devono volare da soli. Io li seguirò, che sia da vicino o da lontano”. Chi diventerà ora il nuovo leader dello spogliatoio della Juventus? Chiellini lo sa: “Ora tocca a Bonucci prendere il mio posto da ‘poliziotto cattivo’. Deve diventare la figura di riferimento: avrà una responsabilità in più, ma sarà così che potrà migliorare ancora”. 

“Nazionale? Avrei voluto chiudere in bellezza al Mondiale”

Il 1 giugno l’Italia giocherà a Wembley contro l’Argentina per la Finalissima tra la vincente dell’Europeo e la vincente della Copa America. Quella sarà l’ultima partita di Chiellini in Nazionale, anche se questo non sarebbe stato l’epilogo sperato: “La non qualificazione al Mondiale ha accelerato la scelta di andarmene. Volevo chiudere in bellezza con quella parentesi, dando pure spazio agli altri perché non riesco più a giocare partite ravvicinate come voglio. Però non è andata come volevamo e questo ha dato un’accelerata alla mia scelta. Lascio la Nazionale con un gruppo di giovani forti. Il futuro di Italia e Juventus è comunque in buonissime mani. Il mio erede in Azzurro? Bastoni ha caratteristiche diverse dalle mie ma è fortissimo. L’Italia può dormire sonni tranquilli”.

“Futuro? Non ho deciso, ma andare via potrebbe aiutarmi per il futuro”

Infine, Chiellini ha parlato del suo futuro. Niente di deciso, ma un’idea in testa sembra averla: “Devo confrontarmi con la famiglia. Sicuramente le esperienze all’estero arricchiscono umanamente e per il mio futuro ho un po’ bisogno di vedere oltre l’ambiente Juve, che conosco benissimo. Uscire dalla comfort zone mi servirà anche per il futuro e per quello che vorrò fare“. 

Fonte : Sky Sport