Roma-Venezia 1-1: Shomurodov evita la sconfitta a Mou nell’ultima stagionale all’Olimpico. Cronaca, commento e pagelle della partita

La Roma pareggia per uno a uno contro un Venezia già retrocesso l’ultima sua partita della stagione all’Olimpico. I giallorossi di Mourinho dominano la partita, creano tantissime palle gol, colpiscono 4 traverse ma pagano il gol lampo di Okereke. La rete ad inizio partita ha costretto la Roma ad inseguire, ma nonostante un Venezia in 10 per quasi un’ora di partita i giallorossi sono andati oltre al pareggio. La corsa all’Europa League si complica per Mourinho e i suoi e allora assume ancora più importanza la finale di Conference League del 25 maggio. A fine partita la squadra torna in campo per salutare i tifosi e spunta uno striscione della Curva Sud ad incoraggiare gli uomini di Mou per la finalissima di Tirana: “Coronate i nostri sogni di gloria. Forza ragazzi scrivete la storia”.

roma striscione sud-2

Roma-Venezia, la cronaca

Alla prima occasione il Venezia passa in vantaggio. Cross di Aramu sulla destra e colpo di testa vincente di Okereke che beffa Ibanez. Al 19esimo Roma a centimetri dal gol con una punizione di Pellegrini che colpisce la traversa. Al 24esimo Maenpa è reattivo a deviare il tocco di un compagno che in scivolata per anticipare Abraham per poco non siglava uno sfortunato autogol. Al 32esimo Kiyine (dopo revisione al Var) viene espulso per un calcio rifilato a Pellegrini e il Venezia resta in 10. Al 34esimo ci prova Veretout su punizione, ma il suo tiro è ben bloccato da Maenpaa. Al 42esimo Maitland-Niles ci prova dalla distanza ma il portiere ospite respinge. L’estremo difensore si ripete subito dopo su Perez che ci prova su punizione. Al 52esimo secondo legno della partita per la Roma, stavolta la traversa la colpisce Cristante con un bolide da fuori area. Poco dopo arriva la terza traversa della serata giallorossa sempre con Pellegrini sempre su punizione. Al 61esimo El Shaarawy chiama ancora una volta alla parata Maenpaa che risponde presente. Al 76esimo la Roma pareggia con Shomurodov. L’uzbeko prima serve un pallone delizioso a Pellegrini murato in uscito da Maenpaa, ma sulla ribattuta l’ex Genoa è il più lesto di tutti a ribadire in rete. All’89esimo quarta traversa della Roma stavolta con Zalewski complice deviazione di Maenpaa. Al 93esimo clamorosa occasione della Roma con Maenpaa che è miracoloso su El Shaawaray da distanza ravvicinata. L’ultimo pallone del match è però del Venezia con Johnsen che supera Rui Patricio ma è provvidenziale Pellegrini a salvare i giallorossi.

Tabellino e pagelle

Roma (3-4-2-1): Rui Patricio 6; Kumbulla 5,5 (dal 46’ Zalewski 6) Smalling6, Ibanez 5; Maitland-Niles 5,5 (dal 46’ Karsdorp 6), Cristante 6,5, Veretout 5,5 (dal 60’ Shomurodov 7), Spinazzola 6,5 (dal 46’ El Shaarawy 5.5); Perez 6,5 (dall’83’ Volpato s.v.), Pellegrini 6,5; Abraham 5,5. All.: Mourinho 6,5

Venezia (3-4-2-1):Maenpaa 7; Ampadu 6, Caldara 5.5, Ceccaroni 6; Haps 6, Vacca 5,5 (dal 28’ Fiordilino 5,5), Crnigoj 6,5 (dal’80’ Ebuehi s.v.), Mateju 6 (dal 65’ Svoboda 6); Aramu 7 (dal 65’ Peretz 5.5) , Kiyine 4; Okereke 7 (dall’80’ Johnsen 5) . All.: Soncin 6

Marcatori: 76’ Shomurodov (R); 1’ Okereke (V)

Ammoniti: Spinazzola (R), Pellegrini (R); Vacca (V), Okereke (V), Ampadu (V), Peretz (V)

Espulsi: Kiyine (R)

Arbitro: Sozza 

I top e flop giallorossi 

Shomurodov 7: Entra bene in partita e salva i suoi dalla sconfitta.

Pellegrini 6,5: Sfortunato coglie due traverse e nel finale salva i suoi dalla clamorosa beffa nel finale con un grande recupero. 

Cristante 6,5: Ottima partita del 4 romanista che smista con qualità un gran numero di palloni.

Ibanez 5: Si perde Okereke in occasione del gol. Errore fatale che costa la mancata vittoria alla squadra.

Fonte : Roma Today