Prodotti tipici in mostra alla ‘Festa dei piccoli comuni’ a Villa Borghese

Tre giorni di incontri e di degustazione dei prodotti tipici del Lazio con la dimostrazione delle antiche maestranze. Non solo, al centro del dibattito anche il tema legato alla rigenerazione per una reale transizione agro-ecologica che deve partire dal cibo per migliorare le pratiche agricole. Sono questi gli ingredienti che condiscono il calendario della ‘Festa dei piccoli comuni’, da venerdì 13 a domenica 15 maggio presso la ‘Casa del Cinema’ di Villa Borghese, nel cuore della capitale. L’iniziativa è promossa dalla Regione Lazio e nell’ambito del percorso denominato ‘Road to Terra Madre’ si svolgerà poi in altre città della Penisola. “Dobbiamo continuare a investire sulla forza dei Piccoli Comuni del Lazio per rendere tutti insieme sempre più forte e competitiva la nostra regione” ha detto Nicola Zingaretti, il presidente della Regione Lazio, inaugurando l’evento sabato mattina. 

Sono 65 i Comuni che hanno aderito alla quinta edizione della ‘Festa dei Piccoli Comuni’, iniziativa sostenuta dalla Regione Lazio in collaborazione con Legambiente Lazio, Slow food, e la partecipazione del Comune di Roma e Arsial nell’ambito di “Festa dei Piccoli Comuni del Lazio – Vivere Bene – Anteprima Terra Madre – Rigenerazione”. La manifestazione si svolge per l’intera durata della tre giorni, dalle 10 alle ore 18.  Allestiti gli stand per la degustazione dei prodotti enogastronomici e per i laboratori culinari di ogni comune. 

La Festa dei Piccoli Comuni, inaugurata al ritmo della musica dell’Eko Orchestra di Castrocielo, prevede – inoltre – spettacoli itineranti e statici lungo l’area della festa, intrattenimenti musicali con bande e gruppi folkloristici del Lazio. Tra i laboratori della tradizione sarà possibile assistere alla dimostrazione della lavorazione del Telaio, e ancora seguire il Maestro Presepista del Comune di Greccio (a Rieti). Inoltre l’esibizione della Little Big Band di Colonna, in provincia di Roma, della Banda Musicale “Concezio Colandrea” di Borbona a Rieti e della Banda Musicale Città di Gallese e del Gruppo Musici di Gallese (in provincia di Viterbo). Tra i laboratori previsti: la lavorazione della lana di Vallinfreda, show maccheroni a fezze di Montenero Sabino e il Maestro Presepista del Comune di Greccio, sempre nella provincia reatina.

“Vogliamo con forza che questi Comuni non solo non scompaiano spopolandosi, ma che siano sempre più conosciuti e valorizzati, perché sono uniche le loro storie, il loro ambiente la loro enogastronomia, le loro comunità ed è proprio qui che si concentra l’idea di Paese e di Regione di cui oggi abbiamo bisogno per costruire futuro ha detto Cristiana Avenali, Responsabile Piccoli Comuni della Regione Lazio.

Fonte : Roma Today