Parco di Colli d’Oro, via l’ecomostro: nuovo impianto sportivo e spazi verdi

Quasi 15 milioni di euro per riconsegnare il parco di Colli d’Oro agli abitanti di Labaro che potranno contare su un nuovo impianto sportivo e migliaia di metri quadri di spazi verdi e palestre all’aperto. Questo è quanto è previsto dal piano di recupero delle strutture sportive comunali voluto dal Comune di Roma e presentato dal sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, e dall’assessore allo sport, turismo e grandi eventi, Alessandro Onorato.

Parco di Colli d’Oro, il nuovo progetto

Tra i tre cluster finanziati spicca il progetto per il completo recupero di parco di Colli d’Oro, un’area divenuta ormai da troppo tempo un simbolo di degrado. Gli interventi prevedono la costruzione di un palazzetto indoor di 3500 mq con 1500 posti a sedere, attrezzato per pallavolo, basket e calcio a 5.  All’esterno, 2800 mq di spazi sportivi outdoor ed altri 60000 metri quadrati di parco pubblico. Un progetto ambizioso da 14 milioni e 620mila euro che per i cittadini rappresenterebbe un riscatto dopo anni di proteste, lotte e abbandono da parte delle istituzioni. 

progetto parco colli doro-2

Parco Colli d’Oro, la Casa della Lazio

La vicenda del Parco di Colli d’Oro rappresenta infatti una ferita mai sanata nel quartiere di Labaro. Nell’area sarebbe dovuto sorgere un impianto sportivo costruito e gestito in concessione dalla Lazio Pallavolo, vincitrice di un bando nel 2006 per realizzare la Casa della Lazio. I lavori, iniziati nell’estate del 2012, hanno vita breve visto che dopo qualche mese vengono sospesi in seguito a intoppi e atti vandalici. Lo stop definitivo arriva nell’aprile del 2015, con il Comune che, dopo aver constatato inadempienze e ritardi, revoca la concessione alla Lazio Pallavolo e risolve il contratto. 

Parco colli oro alto-2

Parco di Colli d’Oro, l’ultimo tavolo nel 2015

Il cantiere si ferma definitivamente e intorno rimane lo sfacelo più totale: arredi distrutti, verde incolto, sporcizia e viottoli impercorribili. Nel frattempo nel quartiere ci si interroga sul futuro del parco. Però, dopo un tavolo di confronto nel 2015 dei cittadini con l’allora assessore Paolo Masini non si muove praticamente più nulla. L’ecomostro, uno scheletro di cemento armato e ferri arruginiti, diventa nel frattempo un vero e proprio pericolo per chi frequenta la pineta, in particolare per i più giovani, tanto che  a marzo 2019 il parco viene temporaneamente chiuso perché poco sicuro.

Labaro ragazzi ecomostro-2

Parco Colli d’Oro, le promesse dei 5 Stelle

A novembre del 2019 il parco Colli d’Oro torna nell’agenda dell’amministrazione e l’allora assessore allo sport Daniele Frongia promette un nuovo tavolo di confronto con associazioni e cittadini per rilanciare il futuro del parco. Purtroppo questo confronto non ci sarà e a giugno 2020 il Comune annuncia la futura realizzazione di un impianto sportivo mentre a marzo 2021 l’intenzione del Movimento 5 Stelle cambia virando su un progetto che prevedeva un playground all’aperto. Il Pnrr sembra essere ormai l’ultima chance per vedere finalmente costruito un impianto sportivo nel parco. 

 

Fonte : Roma Today