L’ultima minaccia russa: “Useremo armi nucleari in questi quattro casi”

Il vice segretario del Consiglio di sicurezza ed ex presidente russo Dmitry Medvedev ha detto che la Russia potrebbe usare armi nucleari in quattro casi. Secondo Medvedev, la Russia potrebbe usare armi nucleari non solo se il suo territorio venisse direttamente colpito da armi analoghe, ma anche se queste fossero usate contro i suoi alleati. Il terzo caso in cui sarebbe possibile per Mosca ricorrere alla potenza atomica sussisterebbe di fronte a un’invasione delle infrastrutture critiche, a seguito della quale le forze di deterrenza nucleare russe sarebbero paralizzate. Il quarto caso sarebbe infine quello di un atto di aggressione contro la Russia o i suoi alleati, a seguito del quale l’esistenza del paese fosse minacciata.

Quello del ricorso alle armi nucleari è un argomento diventato ricorrente da quando il mese scorso, il 24 febbraio, le truppe militari della federazione russa hanno invaso l’Ucraina e dopo iniziali successi hanno trovato difficoltà nell’avanzata a causa della strenua resistenza offerta dagli ucraini. Oggi il ministro della difesa russo Sergei Shoigu durante una riunione ha spiegato che per ora sarà data priorità all’uso di armi a lungo raggio a guida di precisione, all’aviazione ma ha anche avvertito dell’esigenza di mantenere la prontezza di combattimento delle forze nucleari strategiche.

“Alla luce dell’operazione militare speciale – ha detto Shoigu parlando dell’invasione in Ucraina – è necessario mantenere l’attuale tasso di forniture di armi avanzate, compresi i sistemi robotici e i mezzi di acquisizione di informazioni e di guerra elettronica, così come, naturalmente, come sempre, i mezzi di supporto materiale e tecnico, alle Forze Armate”, ha aggiunto.

Poseidon, l’arma finale di Putin che distrugge le città con tsunami di 100 metri

Per la Russia si prepara un cambio di strategia nell’invasione militare dopo aver dichiarato “per lo più completa” la prima fase della sua operazione militare. Ora fanno sapere dal Cremlino si concentrerà sulla “liberazione” della regione separatisa del Donbass. Un cambio di registro che potrebbe rendere più facile per Putin rivendicare una vittoria per salvare la faccia dopo il sostanziale stallo nel resto dell’Ucraina. 

Guerra Russia Ucraina: ultime notizie in diretta 

Fonte : Today