Sinner-Ruusuvuori 6-4, 3-6, 7-6 all’Atp Miami: l’azzurro annulla tre match point e vince

Cuore, grinta e intelligenza tattica. Sono le componenti che hanno consentito a Jannik Sinner di battere il finlandese Emil Ruusuvuori nell’incontro valido per il secondo turno del Masters 1000 di Miami. 6-4 3-6 7-6(8) il punteggio finale dopo due ore e quaranta minuti di gioco. Una vittoria sofferta per l’azzurro, al rientro dopo il forfait contro Kyrgios a Indian Wells, causa malattia. Sul campo 7 di Miami si è visto un Sinner non al top della forma, ma che è riuscito ad avere la meglio sul finlandese, numero 71 del ranking Atp, che è mancato nei momenti decisivi dell’incontro. Ruusuvuori, infatti, ha servito per il match sul 5-4 e, nel tie-break del terzo set, ha avuto a disposizione tre match point

Sinner, alti e bassi

Alti e bassi hanno accompagnato la partita di Sinner. Il match inizia male per l’azzurro, numero 11 al mondo, con tanti errori nei primi giochi. La svolta è nel quarto game del primo set: da 0-40 Sinner annulla tre palle break e tiene la battuta. Poi strappa il servizio a Ruusuvuori, un break decisivo per il primo parziale chiuso dopo 46 minuti. Nel secondo set cambia l’inerzia del match, tutta a favore del finlandese che sale di colpi e tiene in mano gli scambi. Un copione che si vede anche nel terzo set (durato un’ora e un quarto) dove Sinner perde il servizio nel terzo gioco. L’azzurro, però, riesce a stare a contatto nel punteggio e, nel momento decisivo, sfrutta gli errori dell’avversario. Si va al tie-break dove ha vinto chi ha commesso meno sbagli. Sinner nel prossimo turno affronterà lo spagnolo Pablo Carreno Busta, testa di serie numero 17, che ha battuto il belga Goffin in due set (6-3, 6-2). 

Fonte : Sky Sport