Nel liceo “sparisce” l’indirizzo matematico: “A trenta alunni diritto allo studio negato”

“Si parla sempre degli iscritti in esubero, ma ai nostri figli è stato negato il diritto allo studio e l’ambizione di frequentare l’indirizzo desiderato”. A parlare è un gruppo di genitori del Liceo Nomentano, mamme e papà dei ragazzi che si sono iscritti al percorso matematico per la sede centrale ma che, vista la cronica assenza di aule e la scelta di non attivare tale percorso nella scuola della Bufalotta, “ad oggi sono a spasso”.

Liceo Nomentano, “sparisce” anche l’indirizzo matematico

Già perchè l’indirizzo matematico è stato attivato per una sola classe nella sede succursale di Casal Boccone “così noi che eravamo certi, visto il punteggio, di rientrare in centrale siamo rimasti fuori. L’indirizzo matematico dalla sede di Bufalotta è sparito e con esso la possibilità per i nostri figli, una trentina di ragazzi in tutto, di frequentare scuola e percorso desiderati”. 

“Una situazione assurda – racconta una delle mamme – perchè nel momento delle iscrizioni la possibilità di scegliere l’indirizzo matematico era data anche per la sede centrale dove solo oggi scopriamo che saranno attivati solamente i percorsi tradizionali e di scienze applicate”. Gli indirizzi per i quali sono arrivate maggiori richieste. “Non solo i nostri figli non hanno potuto scegliere, ma – aggiunge uno dei papà – gli è stato tolto il diritto allo studio. Sarebbe stato più corretto specificare che in centrale l’indirizzo matematico non sarebbe stato garantito, così avremmo potuto valutare anche altre scuole”. Da qui la protesta degli aspiranti matematici esclusi. 

I genitori del Nomentano pronti al ricorso al Tar

Per gli studenti in esubero, oltre 200, grazie alla sinergia tra Roma Capitale, Città Metropolitana e Municipio III, si è trovata una soluzione: le nuove aule in grado di accoglierli tutti saranno quelle del plesso di via Rina de Liguoro a Vigne Nuove. “Una scuola troppo lontana e mal collegata per noi che abitiamo a 500 metri dalla centrale e che è li che vogliamo che vadano i nostri figli, come è loro diritto”. Per questo i genitori del Liceo Nomentano alle prese con l’indirizzo matematico “sparito” annunciano una nuova battaglia: “Se non si rimette in discussione l’organizzazione dei plessi faremo ricorso al Tar”. 
 

Fonte : Roma Today