Henry Cavill, la star di Operazione UNCLE ammette: “Non è semplice stare sempre a dieta”

Stasera vedremo in tv Henry Cavill con Operazione UNCLE, il film d’azione del 2015 diretto da Guy Ritchie. L’attore che nel corso degli anni ci ha abituato ad un fisico statuario sembra però non essere tanto felici del suo regime alimentare e ha ammesso di aspettare con trepidazione ogni settimana il suo pasto libero.

I pesanti allenamenti di Henry Cavill richiedono un supporto nutritivo di un certo livello e per questo l’ex star di Superman è “costretta” a seguire una dieta rigidissima che predilige soprattutto carni magre, verdure e riso.

“La colazione consiste in un misurino e mezzo di proteine del siero di latte arricchite con un misto di erbe, insieme a una tazza e mezza di avena e frutti di bosco mescolati con acqua oltre a una frittata di due uova con due fette di tacchino e 120 gr di filetto di manzo. Poco meno di tre ore dopo mangio 170 gr di petto di pollo con riso bianco, e ripeto questo tipo di pasto a intervalli regolari, altri 170 gr di petto di pollo con riso integrale e tre ore dopo 140 gr di filetto di manzo con patate dolci”.

Questo regime alimentare così restrittivo però non è sostenibile per tempi troppo lunghi e così l’attore di Operazione di UNCLE ha ammesso di attendere il pasto libero come una vera e propria boccata di aria fresca: “Non è semplice stare sempre a dieta, certo non mi lamento ma ammetto che aspetto il pasto libero con grande entusiasmo. Non vedo l’ora di mangiare una pizza nel weekend o del gustoso cibo indiano, dopo una settimana del genere un barbecue con gli amici ha tuto un altro sapore.

In molti vedono in Henry Cavill il prossimo Wolverine, e se così dovesse essere, l’ex star di Superman dovrebbe continuare ad allenarsi ancora molto duramente per vestire i panni dell’iconico mutante con gli artigli di adamantio.

Fonte : Everyeye