Scoperto un giro di green pass e tamponi falsi

Un giro di green pass e tamponi falsi ai Castelli. La scoperta ad opera della polizia locale di Lanuvio, diretta dal comandante Sergio Ierace

In tutto oltre 40 le certificazioni falsificate, tutte eseguite utilizzando false intestazioni, timbri e firme di due distinte farmacie del territorio, non coinvolte nei fatti illeciti commessi, che immediatamente si sono messe a disposizione dei Caschi Bianchi di Lanuvio. Quattro le persone coinvolte, tutte tra i 30 e i 45 anni, di Genzano, Albano e Aprilia che si sono resi responsabili degli illeciti. 

Nonostante il tentativo di disfarsi dei falsi e dei materiali utilizzati per la loro realizzazione, gettandoli in sacchi dell’immondizia, gli agenti hanno rinvenuto e recuperato tutte le prove necessarie a stabilire l’ipotesi di reato. I quattro dovranno rispondere di truffa, falso, uso di atto falso. Secondo quanto informano dalla polizia locale di Lanuvio laddove dovesse risultare che gli utilizzatori dei falsi certificati nel periodo erano positivi al Covid 19, i quattro risponderanno anche del reato di epidemia in concorso tra loro e soggetti ancora ignoti, per aver favorito la diffusione virus. “L’attività di controllo costantemente svolta dalla polizia locale di Lanuvio, sotto la guida amministrativa dell’Assessore Mario di Pietro, continua a dare i suoi frutti”, conclude il comunicato della polizia locale di Lanuvio. 

Fonte : Roma Today