La ribellione dell’esercito russo: il comandante investito dal carro armato

Investito da un carro armato guidato da un soldato del suo stesso battaglione. Sarebbe questa la storia dietro il ferimento del colonnello Yuri Medvedev. Inizialmente l’alto ufficiale era stato ripreso in un video diffuso dalle forze russe mentre veniva trasportato in ospedale oltre il confine in Bielorussia e si era sparsa la notizia che fosse stato ferito in battaglia. È stato Roman Tsimbalyuk, l’ultimo giornalista ucraino rimasto in Russia, prima di lasciare definitivamente il Paese a raccontare un’altra versione dei fatti che vede effettivamente Medvedev ferito gravemente, ma da un militare del suo battaglione che lo avrebbe investito con il carro armato.

Alla base del gesto ci sarebbe proprio la disperazione dopo aver visto altri colleghi militari perdere la vita nel corso della battaglia. L’elevato numero di soldati russi morti nelle ultime settimane sarebbe stata la causa scatenante della rabbia del militare. L’accusa mossa al comandante, quindi, era quella di aver mandato a morte certa i suoi compagni d’armi. Un’altra notizia di ribellione tra le file russe dopo la resa di un soldato a bordo di un carro armato che si sarebbe consegnato direttamente all’intelligence dell’Ucraina. In questo caso il dissenso, forse acuito anche dalla disperazione, ha avuto un esito diverso con un alto ufficiale travolto e finito in ospedale con gravi ferite ad entrambe le gambe.

Medvedev è stato insignito dell’Ordine al Valore mentre non si conosce la fine che sarà riservata al militare che ha compito questo gesto di ‘ribellione’. Di certo non lo aspettano giorni semplici. Si parla di gravi perdite sul campo. Il militare sembra lamentasse che 750 dei 1.500 soldati dell’unità fossero stati feriti o uccisi, mentre sarebbero 9800 i russi morti da quanto Putin ha dato il via alla guerra un mese fa.

Una notizia, come detto, raccontata dallo stesso Roman che alimenta le voci insistenti di un crescente malcontento tra le truppe per la campagna disastrosa di Putin. Messaggi radio intercettati dimostrerebbero la rabbia delle truppe convinti in un primo momento di essere impegnati in un esercizio di addestramento. Alcuni militari russi poi si sarebbero arresi tanto che la Russia starebbe dispiegando squadre intere di forze speciali cecene per impedire ai suoi uomini di disertare, pena la morte.

Fonte : Today