Iron Maiden: l’incredibile storia dell’album The Number Of The Beast (registrato tra una birra e l’altra)

Nel gennaio 1982, gli Iron Maiden entrano in studio ai Battery Studios di Londra per registrare il loro terzo album, The Number Of the Beast, il primo con il nuovo cantante Bruce Dickinson che ha sostituito Paul Di ‘Anno.

Il produttore Martin Birch sa che Steve Harris, il bassista e leader della band vuole espandere il suono degli Iron Maiden, renderlo epico, complesso e travolgente per conquistare il mondo fuori dai confini della scena heavy metal britannica: “Sapevamo che Bruce poteva portare la band nella direzione in cui Steve voleva andare. I Maiden volevano sperimentare, e Bruce Dickinson gli ha aperto tutte le possibilità.”

Ci sono tante storie sulla registrazione dell’album, che esce il 22 marzo 1982. Eventi sovrannaturali, l’impianto elettrico dei Battery Studios che si accende e si spegne a sorpresa, e il misterioso incidente stradale di Martin Birch contro un pullmino di suore per il quale riceve un conto da pagare di 666 sterline.

Bruce Dickinson ha raccontato anche l’atmosfera di festa carica di energia in studio: “Stavamo sempre insieme a bere birra anche dopo la fine delle registrazioni” ha detto in un’intervista in occasione dei 40 anni di The Number of the Beast, “Alle cinque del mattino Martin ci diceva: andate a casa, domani dovete essere di nuovo qui a suonare. L’atmosfera era fantastica.”

Per la prima volta, gli Iron Maiden entrano in studio senza avere nessuna canzone pronta. Scrivono e registrano canzoni complesse, epiche e melodiche partendo da zero e costruiscono il loro suono definitivo, che diventa un punto di riferimento per tutto l’heavy metal. Il primo singolo, Run To The Hills è il primo contributo di Bruce Dickinson alla band (anche sei nei credit non viene inserito il suo nome perché è ancora legato alla sua band precedente, i Samson) e viene lanciato con una strategia promozionale studiata alla perfezione per esaltare la potenza della band dal vivo e il rapporto con il pubblico: esce il 12 febbraio 1982, due settimane prima della partenza del tour, che si chiude esattamente due giorni prima dell’uscita dell’album. Il risultato è l’arrivo dirompente degli Iron Maiden in classifica inglese: Run to the Hills arriva al numero 7 in Inghilterra. “Eravamo come bestie feroci. Pronti a scattare ed attaccare in qualsiasi momento” ha detto Bruce Dickinson, “Ma non avevamo idea del successo e dell’influenza che avrebbe avuto The Number of the Beast.”

Fonte : Virgin Radio