Fedez scrive a Vialli prima di Italia-Macedonia: “Grazie per quella telefonata, non dimenticherò”

24 Marzo 2022

Fedez dopo l’intervento chirurgico per il tumore neuroendocrino del pancreas ha voluto ringraziare Gianluca Vialli che gli è stato vicino negli ultimi giorni.

2.384 CONDIVISIONI

Fedez e il messaggio per Luca Vialli

Nel momento più difficile della sua vita, Fedez ha potuto contare non solo sul sostegno di familiari, amici e dei suoi tanti followers. Tra le tante persone che hanno voluto dimostrargli vicinanza nella lotta contro la malattia, è spuntato anche Gianluca Vialli. L’ex centravanti e capo delegazione della Nazionale italiana, impegnata nei playoff Mondiali contro la Macedonia, sa bene cosa significa combattere contro la sofferenza per lo stesso terribile male, tumore al pancreas. Proprio come faceva quando militava attivamente sul terreno di gioco, ecco che Vialli ha deciso di scendere in campo per Fedez, questa volta svestendo i panni del bomber per fornire a Fedez un assist per un gol speriamo decisivo.

Ed è stato proprio Fedez a svelare tutto in una giornata molto importante per entrambi, per motivi assai diversi. Se Vialli infatti ha seguito la Nazionale nel match decisivo per gli spareggi per Qatar 2022, il rapper è finito sotto i ferri per un delicato intervento chirurgico. Al classe 1989 è stato asportata parte del pancreas e il tumore. Tutto fortunatamente è andato per il meglio, come spiegato dal diretto interessato. Sospiro di sollievo e gran voglia di tirare a casa per Fedez, che ha già ricevuto tutto l’affetto della sua famiglia, in attesa della prosecuzione delle cure.

La storia pubblicata da Fedez per ringraziare Vialli

E tra i suoi pensieri, ecco anche il ringraziamento per Luca Vialli. I due non si conoscevano fino a poco tempo fa, quando l’ex calciatore si è fatto sentire. È una fonte d’ispirazione l’attuale dirigente azzurro che spesso ha usato il suo percorso curativo, e il suo rapporto con la malattia per spronare tutti coloro che sono nella stessa situazione. Proprio recentemente, nella serie tv “Una semplice domanda” di Alessandro Cattelan, Vialli si è dimostrato un vero e proprio gigante. Non sa cosa gli riserverà la vita, e quanto tempo ha ancora a disposizione, ma Gianluca ha una sola certezza, quella di non voler perdere tempo e regalare affetto a chi gli sta intorno.

Leggi anche

Dove si gioca Italia-Macedonia e perché non è allo stadio Olimpico di Roma

E chissà che Vialli non abbia ulteriormente invitato Fedez a vedere le cose da un’altra prospettiva, proprio come ha rivelato recentemente: “La malattia non è esclusivamente sofferenza. Ci sono dei momenti bellissimi. La malattia ti può insegnare molto di come sei fatto, ti può spingere anche più in la rispetto al modo anche superficiale in cui viviamo la nostra vita. La considero anche un’opportunità. Non ti dico che arrivo fino ad essere grato nei confronti del cancro, però non la considero una battaglia. L’ho detto più volte. Se mi mettessi a fare la battaglia col cancro ne uscirei distrutto. Lo considero una fase della mia vita, un compagno di viaggio, che spero prima o poi si stanchi e mi dica ‘Ok, ti ho temprato. Ti ho permesso di fare un percorso, adesso sei pronto'”.

E il capo delegazione dell’Italia ha centrato l’obiettivo a giudicare dalle parole riservategli da Fedez: Grazie di cuore a Luca Vialli e in bocca al lupo per la partita di stasera. Fino a qualche giorno fa non ci conoscevamo nemmeno poi una telefonata pochi giorni prima dell’intervento che difficilmente dimenticherò. Spero di poter dare un po’ di supporto alle persone così come tu hai fatto con me, davvero con il cuore”.

2.384 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage