Finocchio: il monumento ai caduti ancora imbrattato di scritte. Consigliere municipale lo ripulisce

“Ho sottolineato più volte la necessità di ripristinare il decoro al monumento ma nessuno è intervenuto, pertanto, ho deciso di procedere da solo”. A parlare è Flavio Mancini, consigliere municipale del Pd in viale Cambellotti. Munito di spugna e sapone ha cancellato le scritte disegnato affianco all’elenco dei caduti in guerra. Siamo a Finocchio, quartiere della periferia Est di Roma. 

A gennaio di quest’anno, in pochi giorni, si sono registrati atti vandalici in due aree del territorio: al parco dell’Acqua e del Vino di Prato Fiorito e al monumento ai caduti di piazza Serrule, a Finocchio, appunto. In quei giorni, il presidente delle Torri, Nicola Franco, aveva annunciato l’intenzione di denunciare alle forze di polizia gli autori del gesto perché ripresi da telecamere di sorveglianza: a loro, ignori, aveva offerto di consegnarsi e ripulire il danno. A quell’invito però non ha risposto nessuno e il monumento ai caduti di Finocchio è rimasto imbrattato. 

L’area in cui sorge la lapide è abbandonata al degrado da tempo. “Hanno anche staccato segnali stradali e li hanno lasciati accantonati dietro una siepe” hanno spiegato alcuni residenti del quartiere contattati da Roma Today. “È necessario intervenire con azioni di riqualificazione sull’intera piazzetta – hanno detto altri – Anche Finocchio deve avere il suo decoro”. 

Fonte : Roma Today