Guerra Ucraina, la ginnasta Dyachenko uccisa nel raid russo a Mariupol: aveva 11 anni

I missili russi hanno colpito e raso al suolo la sua casa a Mariupol. Kateryna Dyachenko aveva solo 11 anni e una grande passione per la ginnastica. La triste notizia è stata confermata dalla sua ex allenatrice, citata da media locali. Nel raid russo, ricostruisce l’Ansa, è morto anche il padre mentre la madre e il fratello si sono miracolosamente salvati, anche se quest’ultimo ha riportato ferite gravi. La sua ex allenatrice, Anastasia Meshchanenkova, ha pubblicato su Instagram una foto che la ritraeva insieme alla piccola ginnasta. Notizia poi ripresa anche dalla parlamentare ucraina Anna Purtova: “Questa è la nostra ginnasta Katya Dyachenko. Ha 11 anni. È morta sotto le macerie della sua casa a Mariupol quando un missile russo l’ha colpita nel corso della giornata. Avrebbe potuto avere un brillante futuro davanti a sé come giovane campionessa ucraina. Ma in un secondo se n’è andata”, le sue parole su Twitter.

Il cordoglio

La sua tragica morte ha suscitato commozione e indignazione dalle organizzazioni di ginnastica di tutto il mondo. “Non posso crederci, la nostra collega ucraina ha condiviso questa terribile tragedia. Questa creatura meravigliosamente tenera è già un angelo”, ha detto la ginnasta bulgara Iliana Raeva, presidente della Federazione nazionale di ginnastica ritmica. Anche la ginnastica ritmica svizzera ha reso omaggio alla giovane star: “Riposa in pace, Katya! La giovane e bella ginnasta di Mariupol ha lasciato questo mondo troppo presto. Lei è una delle tante vittime di una guerra senza senso”, scrive su Twitter.

Fonte : Sky Sport