Scarlett Johansson, la star di Lucy rivela: “Mia figlia fa troppe domande imbarazzanti”

Questa sera Scarlett Johansson torna in tv con Lucy, il film del 2014 diretto da Luc Besson in cui interpreta una donna che acquisisce abilità straordinarie a seguito dell’ingestione di una particolare droga. Pare però che l’attrice capacità altrettanto sviluppate nel rispondere alle domande imbarazzanti di sua figlia.

Intervistata da Ellen De Generis la star di Black Widow ha rivelato di avere serie difficoltà nel tenere testa ai quesiti piuttosto scomodi posti della piccola Rose Dorothy di soli 7 anni:

“Mi ha chiesto perché le mie mutandine mi salgono sempre su per la riga del sedere e ho provato a spiegarle che si trattava della naturale forma di quel tipo di slip. Le ho detto cose tipo: ‘Perché mamma non vuole che la riga delle mutande sia visibile attraverso i pantaloni’. Al che lei, molto confusa, mi ha guardata e mi ha chiesto: ‘E perché mamma?’ E io le ho detto: ‘Perché se la riga è larga si vede attraverso i pantaloni e io non voglio che si veda’, e lei ha continuato: ‘Non capisco, ma tu indossi le mutande, è normale che quindi si vedano’. Siamo andate avanti così per un po’. Alla fine mi sono rassegnata”.

Da poco Scarlett Johansson è diventata mamma di Cosmo, ma la sua primogenita al momento sembra essere la più “problematica” tra i suoi figli, proprio per via della sua insanabile curiosità: “Mia figlia fa troppe domande imbarazzanti. Non fa altro che chiedermi ‘Perché ti togli le sopracciglia con le pinzette? Perché ti arricci le ciglia? Cos’è un assorbente? A che cosa serve?’. Io mi trovo spesso in difficoltà e provo sempre a trovare la risposta più adatta”.

Per ulteriori approfondimenti sul film in onda questa sera, date uno sguardo alla nostra recensione di Lucy.

Fonte : Everyeye