Investito su via Nomentana mentre attraversa sulle strisce: morto il nipote di Gaetano Salvemini

22 Marzo 2022

L’uomo, 79 anni, stava attraversando sulle strisce in via Nomentana a Roma quando è stato falciato da una macchina.

39 CONDIVISIONI

Cosmo Giacomo Sallustio Salvemini, nipote dello storico e politico antifascista italiano, è morto la scorsa settimana a Roma a causa di un grave incidente stradale. Salvemini, 79 anni, è stato investito da una macchina su via Nomentana mentre attraversava sulle strisce pedonali. Stava tornado a casa. Il conducente dell’auto, che si è fermato a prestare soccorso, è stato denunciato per omicidio stradale. Per Salvemini non c’è stato però purtroppo nulla da fare, ed è deceduto a causa delle gravi ferite riportate nell’impatto con la vettura. I funerali si terranno giovedì 24 marzo presso la Chiesa degli Artisti a Piazza del Popolo a Roma. Cosmo Giacomo Sallustio Salvemini verrà poi sepolto a Molfetta.

Chi era Cosmo Giacomo Sallustio Salvemini

Nato nel 1943 a Molfetta, Cosmo Giacomo Sallustio Salvemini si è laureato in Scienze politiche e Giurisprudenza. Giornalista, docente, dal 1980 è stato presidente del Movimento Gaetano Salvemini. Ha fondato e diretto il mensile ‘L’Attualità’ ed è stato responsabile della rivista ‘Il cuore della madre’. Autore di diversi libri, tra cui ‘La questione cattolica in Italia’ e ‘Pace nel mondo, traguardo possibile’, Cosmo Giacomo Sallustio Salvemini è stato anche presidente dell’Unione italiana associazioni culturali e vicegovernatore dell’Unione mondiale degli Stati. Sono in tanti in questi giorni a esprimere cordoglio per la morte del professore, ricordato con affetto da moltissime persone. “La notizia della sua scomparsa ci ha intristito – ha dichiarato il sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini – Siamo vicini alla sua famiglia e ai suoi cari in questo momento di dolore”.

39 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage