Concorso Inps, assunti 165 nuovi funzionari informatici

“Vi aspettavamo e siamo felici di avervi qui”. Con queste parole il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, ha dato il benvenuto ai 165 nuovi assunti funzionari informatici che inizieranno il percorso di formazione che li porterà, in breve tempo, ad essere operativi sulle varie linee di attività dell’Istituto di previdenza. 

I funzionari informatici assunti dall’Inps

Trent’anni in media e un bagaglio di studi scientifici sulle spalle, i 165 vincitori del concorso pubblico che si è svolto tra ottobre e dicembre scorsi hanno firmato a Roma il loro contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, accolti in Direzione Generale dai vertici dell’Istituto.

“Siamo in un’epoca in cui l’innovazione guida i processi economici e organizzativi. Voi – ha sottolineato Tridico rivolgendosi ai neoassunti – siete i nostri agenti di trasferimento tecnologico. Attraverso di voi vogliamo disseminare l’innovazione che viene prodotta, il vostro è un ruolo di mediazione tra i processi tecnologici, gli investimenti che producono innovazione e ciò che gli utenti possono utilizzare di queste innovazioni”. Stiamo vivendo “la quarta rivoluzione industriale- ha detto ancora il presidente Inps- il Pnrr è per noi una straordinaria opportunità ma è necessario avere le risorse umane appropriate per utilizzare le potenzialità che vengono da questa rivoluzione. Voi siete risorse umane avanzate che ci consentono di investire nel dialogo sociale”. Dopo “un decennio in cui la pubblica amministrazione ha subito un forte blocco del turn over, ora finalmente si torna a investire- ha continuato Tridico – e questo consente anche di fermare la cosiddetta ‘fuga dei cervelli’ verso l’estero. Vogliamo dare soddisfazione alle nostre risorse, giovani e meno giovani”. L’Inps “è una grande famiglia- ha concluso il presidente- aperta al dialogo e pronta all’innovazione”.

Il direttore generale, Vincenzo Caridi, ha parlato di coraggio e competenze. “Abbiamo tanti progetti in campo per migliorare i nostri servizi, le procedure e molti obiettivi legati al Pnrr con cui dovrete misurarvi da subito. Il vostro contributo sarà importante e troverete persone che si dedicano in modo autentico a questo lavoro, risorse tecnologiche su cui fare affidamento e un percorso di formazione che vi accompagnerà nella valorizzazione della differenza che farete”.

Sulla stessa scia Mariagrazia Sampietro, direttrice delle risorse umane, ha evidenziato: “Per chi fa un lavoro come il mio questa è una delle giornate più belle. Sono consapevole che ciascuno di voi, in ragione dei suoi studi e di quello che è il mercato del lavoro in questo momento, avrebbe potuto trovare e accettare un impiego fuori dall’Inps. E allora il fatto che 165 giovani, donne e uomini, abbiano scelto di lavorare per l’ente previdenziale più grande del Paese, e più grande d’Europa, mi onora e emoziona”. Ora “siete chiamati a svolgere il lavoro specialistico per cui avete studiato al servizio di un bene più grande che è quello di tutto il Paese”, ha detto ancora Sampietro.

La firma del contratto per i nuovi assunti dell’Inps

Centosessantacinque volti dietro cui vivono 165 storie diverse. C’è chi racconta di aver perso il papà pochi giorni dopo aver fatto il concorso e che oggi è a lui che dedica questa giornata. Chi è figlio di pensionati Inps e deve all’Istituto tutto quello che ha avuto nella vita. E poi c’è Maria Cristina Aricò, 32enne di Reggio Calabria, la prima dei 165 ad aver firmato stamattina il contratto di lavoro. “E’ una giornata memorabile – racconta – ho realizzato il mio sogno e spero di poter crescere tanto all’interno dell’Inps raggiungendo obiettivi sempre più importanti”.

Il concorso all’Inps per informatici

Pur con le difficoltà e i rallentamenti collegati allo stato di emergenza sanitaria da Covid-19, le prove del concorso che hanno portato all’assunzione dei 165 funzionari informatici si sono svolte in tempi rapidissimi. I neoassunti saranno impegnati nel percorso formativo loro dedicato e verranno dislocati nelle sedi del territorio nazionale. Il percorso formativo sarà finalizzato a fornire ai dipendenti neoassunti un primo bagaglio di conoscenze per orientarsi nella complessa realtà dell’Istituto. Il primo modulo ‘Benvenuti in Inps’ si svolgerà con l’intervento degli organi dell’Istituto e dei direttori centrali Formazione e sviluppo risorse umane, Tecnologia informatica e innovazione, Risorse umane. Il secondo modulo, dedicato alla presentazione generale dell’Istituto e delle sue funzioni, riguarderà l’articolazione organizzativa, il sistema di pianificazione e controllo e di valutazione della performance, il rapporto di lavoro e i benefici al personale, le funzioni di produzione (principali prodotti e servizi di Entrate, Pensioni, Ammortizzatori sociali, Inclusione e invalidità civile, Credito e welfare). Nel terzo modulo saranno presentate la Direzione centrale Tecnologia informatica e innovazione e la Struttura per l’innovazione e la trasformazione digitale e le relative aree manageriali, con l’illustrazione delle principali funzioni ed attività svolte. Successivamente si svolgeranno sessioni di formazione tecnico-specialistica e sessioni di formazione obbligatoria riguardanti la materia della sicurezza sul posto di lavoro e della anticorruzione e trasparenza.

Fonte : Roma Today