Ucciso travolto da un treno, si indaga per la presenza di soldi sui binari

È stato identificato dai genitori il 36enne travolto e ucciso nella serata di domenica da un treno tra Sestri Levante e Riva Trigoso, in provincia di Genova. Secondo le prime ricostruzioni, il ragazzo, proprietario di una tabaccheria a Carrara ha avuto un incidente nella zona di Recco (provincia di Genova) nel quale una donna è rimasta lievemente ferita. Dopo non essersi fermato, ha proseguito fino a Sestri Levante dove l’auto, probabilmente per le conseguenze dello scontro, non ha più potuto proseguire la marcia. Quindi si sarebbe incamminato chiedendo ad alcune persone come raggiungere la stazione, ma una volta arrivato ha scoperto che era in corso uno sciopero e ha deciso così di seguire a piedi i binari. A 500 metri dalla stazione di Riva Trigoso l’impatto con un Intercity. Accanto al corpo sono state ritrovate diverse centinaia di euro la cui provenienza e l’origine sono ignote. Anche su questo stanno indagando i carabinieri di Sestri Levante e gli agenti della Polizia ferroviaria e della polizia stradale. 

Fonte : Today