Mourinho indemoniato nel derby, furia verso la curva della Roma: “State zitti ca**o”

20 Marzo 2022

José Mourinho si è infuriato con i tifosi della Roma. Prima che finisse il primo tempo del derby contro la Lazio, il tecnico giallorosso si è rivolto indemoniato alla curva romanista.

957 CONDIVISIONI

La Roma vista contro la Lazio ha mostrato quella ferocia e quella determinazione che forse per un’intera stagione ancora non aveva tirato fuori. I giallorossi hanno concluso il primo tempo in vantaggio di 3 gol in virtù della doppietta di Abraham e della magistrale rete su punizione di Lorenzo Pellegrini. Dall’altra parte i biancocelesti sono riusciti a costruire ben poco per tentare di mettere in difficoltà la squadra di José Mourinho capace di chiudere ogni spazio e costruire spesso azioni importanti in contropiede. Il 3-0 dopo i primi 45 minuti è sembrato un sogno.

Abraham ha caricato più volte la Curva Sud aizzando il popolo giallorosso e i tifosi di casa hanno risposto sostenendo con cori e urla la squadra della lupa fino al termine della prima frazione. Poco prima che l’arbitro fischiasse sancendo la fine dei primi 45 minuti, proprio i tifosi della Roma hanno iniziato ad irridere i rivali della Lazio. Dalla curva giallorossa, mentre la Roma era in possesso palla, i tifosi hanno cominciato a far partire gli “olè” di derisione nei confronti degli avversari. Un gesto che ha fatto letteralmente infuriare José Mourinho.

Le telecamere hanno infatti indugiato sull’allenatore della Roma che prima, guardando il campo, con la mano faceva segno di ‘no’ alla curva della Roma invitandoli a smettere. A conclusione dell’azione sul rettangolo verde, si è poi completamente girato rivolgendosi al cuore del tifoso giallorosso mettendosi il dito sulla bocca invitandoli a stare zitti. Lo Special One non voleva che tutti iniziassero già a pensare che la Roma potesse aver vinto questo derby.

Leggi anche

Roma-Lazio dove vederla in TV su Sky o DAZN: orario, streaming e formazioni del derby

“State zitti ca**o” ha urlato Mourinho contrariato da questo coro che voleva essere comunque uno sfottò nei confronti dei tifosi biancocelesti. Un po’ per scaramanzia e un po’ non permettere che la Roma in campo si rilassasse, l’allenatore giallorosso ha dunque voluto mettere a tacere l’urlo dell’Olimpico poco prima dell’inizio del secondo tempo.

957 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage