Steven Spielberg spezza i cuori dei fan: “Dopo West Side Story non farò altri musical”

I PGA Awards sono stati assegnati in queste ore cambiando drasticamente la corsa agli Oscar 2022, ma nel corso della giornata losangelina Steven Spielberg è stato ospite dell’annuale ‘Producers Guild Breakfast’.

L’evento mattutino, che come sempre riunisce i nominati ai PGA per una conferenza stampa, ha visto Spielberg discutere del suo nuovo film West Side Story, che è stato il suo primo musical e che, sfortunatamente, sarà anche l’ultimo: come riportato da Variety, infatti, il leggendario regista ha dichiarato che non farà altri musical dopo West Side Story, ma si limiterà a produrli: attualmente sta co-producendo l’adattamento musicale, di The Color Purple, lui che nel 1985 aveva realizzato la versione cinematografica del libro di Alice Walker, col film omonimo che venne nominato per 11 Academy Awards e che all’epoca gli valse proprio il suo primo DGA (che però non si tramutò in un Oscar per la miglior regia).

Durante l’evento, inoltre, in risposta ad una domanda su come i produttori possano avere successo ed entrare nel business oggi, Spielberg ha dichiarato: “La cosa più intelligente che si può fare è assumere le donne. Io l’ho sempre fatto e lo farò sempre. Credo nel potere del produttore. Non sei solo il leader. Diventi un terapista. Per produrre mi affido a qualcuno più forte di me”.

Ricordiamo che Spielberg è in post-produzione col suo prossimo film, The Fablemans, ispirato alla sua giovinezza e atteso per la fine del 2022 e quindi per la prossima stagione dei premi. Recentemente è stato annunciato che dirigerà anche un nuovo film di Frank Bullitt, l’eroe action reso famoso da Steve McQueen.

Fonte : Everyeye