Il piromane di Montesacro, sette cassonetti e due auto incendiate in poche ore

Sette cassonetti Ama incendiati e due auto gravemente danneggiate dalle fiamme. È il bilancio di una scia di fuoco che racconta la serie di incendi che sta colpendo la zona di Montesacro. I carabinieri della stazione di Città Giardino, sono già al lavoro per dare un volto e un nome a quello che sembra a tutti gli effetti un piromane. 

Gli indizi, infatti, lasciando immaginare ad una serialità di eventi sospetta. I primi incendi, in ordine di tempo, sono scoppiati intorno alle 14 di sabato, 19 marzo. All’altezza dei civici 87 e 156 di viale Jonio, qualcuno ha dato fuoco a due cassonetti. Un terzo, invece, è stato bruciato poco distante, in via Ugo Ojetti 470. Sul posto i vigili del fuoco che hanno spento i roghi e i carabinieri che hanno acquisito indizi utili e le immagini delle telecamere di zona.

Nella notte, invece, le fiamme hanno avvolto e “mangiato” quattro contenitori Ama e danneggiato una Bmw e una Fiat 500 Enjoy, in via Maiella. Anche in questo caso i pompieri si sono occupati di spegnere l’incendio, mentre i carabinieri di Città Giardino hanno acquisito alcune telecamere. Non è affatto escluso che dietro questi incendi ci sia un’unica mano dolosa. Un piromane del quartiere di Montesacro, appunto.

Secondo il consigliere comunale Riccardo Corbucci, i roghi potrebbero essere dovuti ad episodi legati alla malamovida: “Montesacro è stata vittima della malamovida con cassonetti incendiati ed auto vandalizzate. È assolutamente necessario estendere anche al III Municipio i giusti provvedimenti già adottati dall’amministrazione in altri municipi della nostra città”. Ha scritto in un post su Facebook, invocando anche per quella zona della città i provvedimenti già presi dal sindaco Gualtieri con la chiusura anticipata di minimarket per le zona del centro e poi estesa anche al V e VI municipio. Che la serie di cassonetti incendiati a Montesacro sia riconducile a conseguenze delle notti romane, però ancora presto dirlo. Chi indaga non si sbilancia.

cassonetti-5-21

Fonte : Roma Today