“Vladimir Putin ha paura di essere avvelenato”

Tra realtà e propaganda, destreggiarsi è quasi impossibile in tempo di guerra. Ma secondo l’intelligence ucraina nell’élite imprenditoriale e politica russa si starebbe realmente formando un gruppo di figure influenti che vorrebbe liberarsi del presidente russo Vladimir Putin. Il gruppo starebbe valutando l’idea di eliminarlo tramite avvelenamento, malattia improvvisa o un incidente, riferiscono i media ucraini. L’obiettivo sarebbe quello di rimuovere il presidente il prima possibile per ripristinare i legami economici con l’Occidente. Una parte dell’élite avrebbe già scelto come successore di Putin il direttore del Servizio federale per la sicurezza russa (Fbs) Oleksandr Bortnikov, scrive Ukrinform.

Il presidente russo non si fida più di nessuno, nemmeno dei suoi più stretti e sceltissimi collaboratori che ha cambiato neanche un mese fa licenziando circa mille persone (dai cuochi alle guardie del corpo), che si occupavano dei suoi bisogni personali e professionali di ogni giorno, sostituendoli con un nuovo gruppo di assistenti. Secondo il “Daily Beast”, la paura di essere avvelenato è così forte che prima di mangiare fa assaggiare i cibi a chi gli sta intorno.

The Daily Beast scrive che Putin ha a sua disposizione anche dei “food taster”, ossia degli assaggiatori personali che non rappresentano una novità strettamente collegata al conflitto in Ucraina e la paura di essere uccisa ma li aveva già adottati anche in passato: in pratica, fa assaggiare loro qualsiasi pietanza prima che lui stesso lo mangi, così da essere al riparo da ogni dubbio. Come detto, lo scorso mese aveva sostituito il “vecchio” personale con uno nuovo ma sembra che la pratica la stia adottando a prescindere. “Addetti alla lavanderia, segretarie, cuoche… adesso ha un gruppo di persone completamente nuovo. La valutazione dell’intelligence è che abbia paura”, riporta il Daily Beast.

Dove si fermerà Putin? Tre scenari 

Fonte : Today