Equinozio di Primavera, comincia oggi la nuova stagione: cosa sapere

Contrariamente a quanto si pensa, la nuova stagione inizia spesso il 20 e non il 21 marzo. Ecco cosa succede in questa giornata e cosa cambia per chi vive nell’emisfero boreale e in quello australe

ascolta articolo

Oggi comincia la Primavera. L’equinozio, che inaugura la nuova stagione nell’emisfero boreale e l’inizio dell’autunno in quello australe, è previsto alle 16.33 (15.33 UTC) secondo quanto riporta Edu Inaf, magazine di divulgazione dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.

Di cosa stiamo parlando

Primavera e allergie: uno studio fa chiarezza sugli antistaminici

L’equinozio è una particolare situazione astronomica che si verifica quando il Sole si trova allo zenit dell’equatore, e ricorre solo due volte all’anno (in questa occasione e a settembre). Come spiega il magazine, “tutto ciò è legato all’inclinazione di 23°27′ dell’asse terrestre rispetto al piano orbitale del pianeta, e questo è anche il motivo alla base della durata variabile di giorno e notte e dell’alternarsi delle stagioni”.

Stessa durata di giorno e notte

Allergie, i rimedi naturali per affrontare i malanni di stagione

Equinozio è una parola che deriva dal latino aequinoctium. Questa è a sua volta composta da aequus, che significa “uguale”, e nox, cioè “notte”. L’ origine di questo termine è importante perché ci aiuta anche a capire cosa avviene quando si verifica questo evento astronomico: la notte e il giorno hanno la stessa durata. Due volte l’anno, si hanno quindi dodici giorni di luce e dodici di buio. Nel nostro emisfero le giornate andranno poi via via allungandosi, fino al solstizio d’estate, mentre in quello australe accadrà esattamente l’opposto.

La data variabile

Per convenzione si tende a pensare che la primavera inizi il 21 marzo ma non è sempre così. L’ultima volta che l’equinozio è caduto in questa data era il 2007 e pare che non succederà di nuovo fino al 2102. Anche l’equinozio d’autunno e i due solstizi non capitano sempre lo stesso giorno, ma possono variare. Il motivo dipende dalla cosiddetta rivoluzione della Terra.

Fonte : Sky Tg24