Zelensky: “In Europa si sta costruendo un muro con l’Ucraina, non pensiate solo all’economia”

Guerra in Ucraina

17 Marzo 2022

Nel discorso pronunciato oggi al Bundestag, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha criticato l’esitazione della Germania nell’imporre sanzioni più dure alla Russia per paura di danneggiare la sua economia. Ha chiesto quindi ai parlamentari tedeschi di non lasciare che un nuovo muro divida l’Europa, chiedendo il sostegno all’adesione del suo Paese alla Nato e all’Unione europea.

0 CONDIVISIONI

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Guerra in Ucraina
ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI

Sono parole dure quelle che Volodymyr Zelensky ha pronunciato in videocollegamento al Bundestag, il parlamento tedesco, questa mattina. Il presidente ucraino p stato accolto con un lungo applauso e una standing ovation dai parlamentari tedeschi, a cui si è poi rivolto lanciando un sentito appello alla Germania affinché faccia di più per sostenere il suo Paese nella resistenza contro l’invasione russa. E, citando la storia della capitale tedesca nel secondo dopoguerra, ha chiesto di abbattere il “nuovo muro” che si starebbe tentando di costruire e che non è “il muro di Berlino“.

Non sono mancate le critiche all’Unione europea, già accusata nei giorni scorsi di non essere abbastanza dura nelle sue misure contro Vladimir Putin: “Abbiamo sempre detto che Nord Stream 2 fosse un’arma e abbiamo sentito rispondere che fosse economia, economia, economia… Abbiamo percepito resistenza, percepiamo che volete economia, economia, economia...“, ha detto Zelensky.

Per poi aggiungere: “Anche adesso esitate sull’ingresso dell’Ucraina nell’Europa. È un’altra pietra per il muro. Quello che stiamo facendo è un tentativo di difesa estrema, perché tutto viene colpito e distrutto, asili, scuole, ospedali. Anche i convogli umanitari non riescono a lasciare le città. Si tenta di costruire un muro, ma vogliamo vedere oltre questo muro. Quel ponte aereo che c’era allora con Berlino, non potremmo crearlo anche con il nostro Paese? A nome dei vecchi ucraini che hanno vissuto la Seconda guerra mondiale, vorrei chiedervi, pensate a quello che è successo“.

Leggi anche

La donna incinta e ferita nel bombardamento all’ospedale di Mariupol è morta insieme al piccolo

Insomma, Zelesnky chiede aiuti più concreti al suo Paese e accusa l’Europa di innalzare un muro tra sé stessa e l’Ucraina. “Questo muro è più forte, con ogni bomba che cade in Ucraina, con ogni decisione che non viene presa nonostante il fatto che voi potreste aiutarci“. Quindi, richiamando una famosa citazione di Ronald Reagan alla fine della Guerra Fredda, l’appello diretto al Cancelliere Olaf Scholz: “Cancelliere Scholz, butti giù questo muro. Mostri la leadership che la Germania merita, e i suoi successori saranno solo orgogliosi di lei. Sostenga gli ucraini e ci aiuti a fermare questa guerra“.

La vicepresidente del Bundestag, Katrin Goering-Eckardt, aprendo la seduta di oggi ha assicurato: “Il mondo è con l’Ucraina, e la Germania è al vostro fianco. Putin con la sua guerra ha attaccato anche il nostro ordinamento della pace, presidente Zelensky, noi vi vediamo. Il vostro Paese ha scelto la democrazia. E di questo ha paura Putin“.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage