Il Liverpool scarica Origi, l’Atalanta torna alla carica?

Divock Origi potrebbe tornare ad essere un nome caldo per l’Atalanta. Il belga è stato accostato alla Dea sia in estate che a gennaio come possibile alternativa nel ruolo di centravanti. Zapata e Muriel sono spesso alle prese con infortuni e poi su di loro continuano le voci di un possibile addio con le big del calcio italiano e non solo, il Newcastle in inverno aveva spinto e non poco per il primo, sempre pronte a farsi sotto. Così Sartori e i dirigenti nerazzurri avevano provato a lanciarsi sul talento belga che al Liverpool gioca poco chiuso dai vari Jota, Firmino, Manè e Salah. 

Origi-Liverpool è rottura

A bloccare sul nascere però ogni tipo di corteggiamento è sempre stato l’ingaggio del giocatore, troppo alto per le casse nerazzurre. Ora però tutto potrebbe essere cambiato, Origi va in scadenza a giugno e il Liverpool ha preso la sua decisione: niente rinnovo, e quindi il centravanti anche della Nazionale dei Diavoli Rossi è libero di cercarsi una nuova squadra per il prossimo anno. I rurmos sono tanti, in Italia lo vorrebbe il Milan che sta cercando un attaccante che faccia da alternativa a Ibrahimovic, vicino alla fine della carriera, e a Giroud, ache lui non pià di primo pelo.

Origi all’Atalanta, perché è cambiato tutto adesso?

Come detto però non è escluso che l’Atalanta possa essere ancora interessata, anche perché adesso che Origi è sicuro di lasciare il Liverpool dovrà scegliere con attenzione le sue richieste economiche. Cè chi scrive che potrebbe chiedere una cifra vicina ai 3,5 milioni di euro, quasi il doppio di Demiral, il più pagato nella rosa della Dea. Quindi tutto come prima? Trattativa di nuovo impossibile? A dire il vero no perché c’è una novita anche sul fronte Atalanta, da qualche settimana sono arrivati gli americani che sono pronti a immettere denaro fresco per cercare di far crescere la squadra di Gasperini. Questo potrebbe significare più un innalzamento del monte stipendi che spese folli per i cartellini dei giocatori. Solo così, e magari con l’abbassamento delle richieste del giocatore, il colpo Origi potrebbe essere preso in consifderazione dalla Dea.

Fonte : Today