Amazon a quota 14.000 dipendenti in Italia

E’ come se – in Italia – una città lavorasse tutta per Amazon: oggi nel nostro Paese il colosso Usa ha più di 14.000 dipendenti assunti a tempo indeterminato. E continua ad assumere.

Solo nel 2021 Amazon ha creato 4.500 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato nei suoi 50 siti in Italia. Non solo: secondo uno studio di The European House – Ambrosetti, Amazon è l’azienda privata che ha creato più posti di lavoro in Italia negli ultimi 10 anni.
“Diamo lavoro – spiegano ad Amazon – a persone di qualsiasi origine ed età: nelle nostre sedi italiane sono rappresentate più di 100 nazionalità e l’età media dei dipendenti Amazon in Italia è di 34 anni. Inoltre offre opportunità di lavoro anche a persone in età più avanzata. Tutti i dipendenti Amazon ricevono uno stipendio competitivo sin dal primo giorno: la retribuzione iniziale è di 1.680 euro al mese, l’8% in più rispetto alla retribuzione standard fissata dal Contratto nazionale per il settore dei trasporti e della logistica”.

Non è un caso che Amazon sia stata certificata per il secondo anno consecutivo come Top Employer Italia e classificata al quarto posto nella Forbes World’s Best Employers list. L’azienda insomma ha più che raddoppiato il numero dei suoi dipendenti in Italia dalla fine del 2019, quando impiegava 6.900 persone, senza ridurre la qualità degli impieghi.

Amazon ha infatti investito molto per sostenere la propria crescita in Italia e per supportare la digitalizzazione delle PMI italiane: oltre 8,7 miliardi di euro dal 2010 al 2020. Inoltre, se si prendono in considerazione gli investimenti complessivi in Italia e il contributo al PIL, Amazon ha supportato l’economia italiana per un totale di oltre 17 miliardi di euro dal 2010.

Fonte : Repubblica