Doppietta SportTech Golee: round di 300 mila euro da Cdp Venture Capital e Clarence Seedorf tra i main advisor

Nelle notti della Champions, tra i campioni anche le startup dello Sport-tech. Tra queste protagonista Golee, fondata da un ex calciatore, Tommaso Guerra, e da un esperto in software sales, il Presidente Felice Biancardi, startup innovativa che conta oltre 2.500 clienti in Italia (tra club professionistici e dilettantistici) e una community di circa 200mila atleti.  Proprio nelle “notti dei campioni” è stato deliberato un aumento di capitale a servizio dell’emissione di n. 2 milioni di strumenti finanziari partecipativi convertendi aventi valore di 1 euro. CDP Venture Capital, tramite il Fondo Rilancio,  ha aderito al round con un investimento complessivo di 300 mila euro.

L’operazione è stata seguita sotto il profilo legale e regolamentare dall’avvocato Antonino Ceraolo, Head of Legal della società. L’operazione consente alla società , già partner della Lega PRO , e di diversi club di serie B e A tra cui il Venezia e le sue academies – di rafforzare il proprio posizionamento nel mercato nazionale, di allargare la propria base clienti ad alti sport e accelerare il processo di espansione all’estero. Ruolo chiave in questo processo di crescita sarà giocato da un advisor di eccezione, Clarence Seedorf, che da commentatore della Champions League e di grandi talenti del passato e del futuro, ha creduto fin da subito nella missione di Golee di voler digitalizzare il calcio e lo sport, di base e professionistico.

“Il nostro obiettivo è quello di dare un impatto positivo alle comunità sportive e di fornire accesso a innovazione e tecnologia per tutti. Da questa idea è nata Golee, una piattaforma che digitalizza tutta l’operatività delle società sportive di calcio”. Felice Biancardi è presidente e co-founder di Golee, l’innovativa startup fondata per accelerare la trasformazione digitale, in un settore popolato da 14mila realtà dilettantistiche e non solo che ruotano attorno al pallone. “Il 95% del mercato calcistico è composto da società che non sfruttano le potenzialità del digitale e che purtroppo fanno ancora affidamento su carta, penna e fogli Excel”. Una esigenza che non si riscontra solamente nel calcio o in Italia ma anche negli altri sport, soprattutto Leghe e Federazioni e all’estero, dove sentiremo parlare di Golee molto presto. Non a caso Golee è stata inserita tra le migliori startup a livello mondiale per innovazione applicata allo sport. Un riconoscimento che si è tradotto in un investimento diretto dal Qatar Sportstech (Qatar Foundation), acceleratore per aziende innovative nel settore sportivo, con sede nel Paese che, nel 2022, ospiterà i Mondiali di calcio.

La siciliana Creation Dose, fornitrice di servizi di marketing digitale, ha chiuso un round da 1 milione di euro. Tra gli investitori rientra il Fondo Rilancio Startup, sottoscritto dal Ministero dello Sviluppo Economico con una dotazione di 200 milioni di euro e gestito da Cdp Venture Capital sgr. Lo Studio Di Tanno Associati ha assistito la società nell’operazione (si veda qui il comunicato stampa).

Si tratta del quarto round per la startup, dopo l’equity crowdfunding da 116 mila euro del marzo 2019 e i round seed da 200 mila euro del febbraio 2020 e da 203 mila euro del luglio 2021 (si veda Crunchbase). Al round del 2020 aveva partecipato anche il calciatore di Serie A Leonardo Pavoletti.

Fondata nel 2018 da Alessandro La RosaRaffaele Barone e Antonio Puleo insieme con Jacopo Paoletti, CreationDose ha chiuso il 2021, oltre che con nuovi fondi, anche con ricavi di poco sopra a 1 milione di euro (più del doppio rispetto al 2020), ottenuti grazie a importanti collaborazioni con brand come WishVirgin ActiveInvictaAcqua&SaponeRollingStoneSpeedyPolloSmemorandaIdealistaInfinity plusFlying Tiger CopenhagenCorepla e molti altri. La società vanta un team in continua crescita (con circa 30 persone di cui il 60% donne, con figure chiave come Alessia Ciccarello, direttore operativo, e Alessandra Giuffrida alla direzione della comunicazione). L’età media dei dipendenti è 26 anni, e ciascun membro del team è già socio o ha un piano di stock option dedicato.

Creation Dose ha anche effettuato una serie di investimenti volti ad aumentare anche la sinergia di vendita con le aziende partecipate (oggi più di 14, con oltre 100 soci investitori tra cui agenzie digital, in primis Openbox ma anche Creact e Scai Comunicazione, e in minoranza anche da attori siciliani come Indico, Etnaland, la famiglia Fronterrè e molti altri, tutti orientati a condividere le loro competenze ed il proprio know how). CreationDose l’anno scorso è stata inoltre coinvolta nel lancio di ZedProduction, la nuova società di produzione foto e video dedicata alla Generazione Z guidata da Federico RognoniDoseTalent, la talent factory fondata insieme ai già soci di CreationDose Federico TudiscoMarco Dodaro e Micol Platania, che unisce tecnologia e intrattenimento per aiutare le aziende a comunicare con le nuove generazioni (ZedProduction è attualmente in equity crowdfunding sulla piattaforma CrowdFundMe). CreationDose ha inoltre sostenuto anche le sue partecipate di minoranza fra cui MyChicJungle, The Wave Studio, &Love, Isola.Catania, Contents.com, oltre alle startup partecipate presenti anche nel suo CreationHub come Blaster Foundry, Capital Venture Consulting, Keplera, SEO Tester Online, Coderblock, Japal.it, e Userbot. Inoltre, Creation Dose è stata confermata partner strategico per il Martech di Openbox, che ha chiuso il 2021 con 3,8 milioni di fatturato ed una crescita del 55% rispetto al 2020, arrivando a quota 38 collaboratori.

La sfida principale del 2022 per Creation Dose sarà potenziare ulteriormente le partnership societarie oltre che la propria offerta commerciale, anche grazie anche a un ampio piano di assunzioni e a una nuova sede, pronta ad aprire le porte già nel primo trimestre di quest’anno. Con più di 600 mq al centro di Catania, la nuova DoseFactory permetterà a CreationDose e ai suoi partner di rafforzare maggiormente la propria community e intensificare i legami con le altre realtà presenti sul territorio, oltre che ovviamente su scala nazionale. CreationDose sta inoltre lavorando allo sviluppo di nuove funzionalità all’interno di Vidoser, la mobile app proprietaria che mette in relazione marchi e creator, con cui si è fatta conoscere fin dal 2018, e al potenziamento degli strumenti di ricerca e analisi della DosePlatform, la piattaforma MadTech realizzata internamente che già supporta marchi e agenzie nella realizzazione delle campagne pubblicitarie.

Jacopo Paoletti, cofondatore e general manager di Creation Dose, oltre che partner e advisor di diverse pmi e startup note nel panorama italiano, ha commentato: “Costruire nel Meridione una realtà strutturata come CreationDose è una sfida tutt’altro che semplice, che ho abbracciato subito proprio per dare voce e spazio, anche qui al Sud, a tutti quei talenti che vedono troppo spesso azzerate le proprie possibilità di crescita personale e professionale, su un territorio complesso come quello siciliano; sono infatti ancora tanti i giovani, preparati e di talento, costretti a spostarsi altrove per esprimere il loro potenziale, ed è anche per questo che lavoriamo a un hub realmente attrattivo a Catania sulla scia del fenomeno del south working: CreationDose è un polo di questo cambiamento, e si appresta ad esserlo per tutte quelle persone e quelle realtà che vogliono creare, insieme”.

Fonte : Repubblica