Tor Bella Monaca: ad aprile lo sgombero della baraccopoli

Nella prima metà di aprile la baraccopoli sorta tra via Amico Aspertini e via di Tor Bella Monaca, nell’omonimo quartiere della periferia est di Roma, sarà sgomberata. Ecco quanto emerso dall’osservatorio sulla sicurezza che si è svolto nella mattina di martedì in VI municipio, a viale Cambellotti. “Abbiamo individuato il percorso, ci auguriamo sia quello definitivo” ha commentato Nicola Franco, presidente delle Torri a margine dell’incontro. Alle sue parole hanno fatto eco quelle di Gabriele Manzo, presidente della commissione sicurezza: “Felice che l’osservatorio abbia valutato il nostro lavoro di commissione” ha detto ai nostri taccuini.

20 baracche, all’incirca, e una quarantina di persone. La baraccopoli di Tor Bella Monaca, nelle adiacenze del liceo “E.Amaldi” a due passi dalla sede del Municipio è stata sgomberata già altre volte negli ultimi anni dalle precedenti amministrazioni. I residenti che abitano nelle vicinanze hanno raccolto oltre 200 firme e le hanno consegnate al commissariato Casilino per chiedere sicurezza e la bonifica dell’area. Ma “senza un progetto per lo spazio, lo sgombero si sarebbe rivelato inutile” ha aggiunto Franco ricordando che sono stati spesi oltre 500mila euro per sgomberare gli occupanti, tornati poco dopo”.

La ricetta della giunta Franco per scongiurare una nuova occupazione è quella di assegnare immediatamente i terreni, così come deciso in commissione sicurezza. Dopo le ruspe, nel terreno tra via Aspertini e via di Tor Bella Monaca si insedieranno sia la ditta per i lavori del parkour che i mezzi della Croce Rossa e delle associazioni di Protezione civile. “L’obiettivo è restituire l’area ai cittadini” ha concluso Manzo.

Fonte : Roma Today