Onana esce a vuoto, Darwin Nuñez non sbaglia: il Benfica elimina l’Ajax e va ai quarti di Champions

15 Marzo 2022

Una rete di Darwin Nuñez ha permesso al Benfica di battere l’Ajax e strappare il pass per i quarti di finale di Champions League.

41 CONDIVISIONI

Darwin Nuñez non perdona. Il Benfica espugna la Johan Cruijff Arena di Amsterdam e si qualifica per i quarti di finale della Champions League 2021-2022. In casa dell’Ajax la squadra di Verissimo ha giocato una gara di grande applicazione difensiva e ha sfruttato al meglio una delle occasioni da gol per portarsi a casa il pass per il turno successivo.

Gli olandesi hanno premuto il piede sull’acceleratore fin da subito, giocando per quasi tutta la prima fase del match nella metà campo avversaria e mancando sempre l’appuntamento con il gol: Haller era riuscito a infilare la palla in rete ma la sua posizione era irregolare. I ragazzi di ten Hag hanno giocato una gara di grande intensità e hanno messo ripetutamente in difficoltà la retroguardia portoghese ma la diga eretta da Vertonghen e Otamendi davanti a Vlachodimos ha retto fino alla fine.

Nella ripresa i portoghesi hanno rotto l’assedio della prima frazione e hanno messo in difficoltà diverse volte la retroguardia dei lancieri. Il Benfica ha trovato la rete della vittoria nella fase finale del match grazie a Darwin Nuñez: Onana è uscito a vuoto e il numero 9 lo ha anticipato di testa mandando la palla in rete. Per l’attaccante uruguaiano è il 40° gol in 77 partite con la maglia del club di Lisbona, la 26a rete stagionale in 33 gare con Le Aguias.

Leggi anche

Champions League oggi in TV, dove vedere le partite: gli orari di martedì 15 marzo

La reazione finale dell’Ajax non è minimamente all’altezza di quello fatto vedere prima della rete subita e la gara scorre via fino al fischio finale.

Il tabellino di Ajax-Benfica

RETI: 77′ Nuñez.

AJAX (4-3-3): Onana; Mazraoui, Timber, Martinez, Blind; Gravenberch, Alvarez (81′ Brobbey), Berghuis (81′ Berghius); Antony, Haller, Tadic. All. Ten Hag;

BENFICA (4-4-2): Vlachodimos; Gilberto (91′ Lazaro), Otamendi, Vertonghen, Grimaldo; Rafa Silva, Weigl, Taarabt (46′ Meité), Everton (72′ Yaremchuk); Gonçalo Ramos (91′ Bernardo), Nuñez (81′ Gonçalves). All. Verissimo.

ARBITRO: Carlos Del Cerro Grande (SPA).

41 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage