I cassamortari: il trailer del film di Claudio Amendola con Piero Pelù

Sono online il trailer e il poster ufficiali de I cassamortari, nuovo film di Claudio Amendola e suo terzo come regista. Nonostante le riprese fossero terminate già a dicembre 2020, la pellicola ha subito, come molti altri film, ritardi a causa della pandemia e sbarcherà su Amazon Prime Video a partire dal 24 marzo 2022 (sarà visibile anche su Sky Q e tramite la app su Now Smart Stick)

I cassamortari: il post di Piero Pelù

L’annuncio dell’uscita del film arriva da Piero Pelù, insolita presenza all’interno del cast, che ha condiviso sul suo profilo Twitter trailer e poster ufficiali. È infatti il rocker toscano uno dei protagonisti della black comedy, che vede Claudio Amendola nei panni di regista per la terza volta. “Dopo una lunga attesa e una serie di rinvii a causa Covid, finalmente I cassamortari, il nuovo film di Claudio Amendola, dal 24 marzo su Prime Video. La colonna sonora è un mio nuovo brano, Sete di vita” ha annunciato con un tweet Pelù, che nella pellicola interpreta il ruolo di una rockstar. Non solo attore quindi, ma anche compositore della colonna sonora, di cui fa parte il brano Sete di vita. Non inedito, il brano è stato pubblicato nell’ottobre 2021.

I cassamortari: trama e cast

Scritto da Roberto Iannone, Kissy Dugan e lo stesso Amendola, in collaborazione con Luigi Di Capua, I Cassamortari è una black comedy nata da un soggetto di Francesca Neri e Claudio Amendola. Prodotta da Isabella Cocuzza, Arturo Paglia e Amazon Prime Video, la pellicola racconta in modo ironico e scorretto la storia di una famiglia che gestisce un’impresa di onoranze funebri.

“Tutti devono morì, ma solo in pochi ce guadagnano”: è questo il motto della famiglia Pasti, da generazioni proprietari di un’agenzia di pompe funebri. Edoardo Leo è Giuseppe, capofamiglia avaro e disposto a tutto pur di trasformare una salma in guadagno (meglio se in nero). Alla sua morte, l’azienda passa nelle mani dei figli Giovanni, Maria, Marco e Matteo, interpretati rispettivamente da Massimo Ghini, Lucia Ocone, Gian Marco Tognazzi e Alessandro Sperduti. L’azienda però inizia a navigare in cattive acque, quando la manager Maddalena Grandi, interpretata da Sonia Bergamasco, li contatta per il funerale della rockstar Gabriele Arcangelo, interpretato da Piero Pelù, morto di overdose nel bel mezzo di una campagna di sensibilizzazione contro le droghe. Sarà proprio il modo di comunicare anticonvenzionale e poco corretto a offrire alla famiglia Pasti un’ancora di salvezza. Nel cast del film troviamo anche Alice Benvenuti, Giuliana Loiodice, l’amichevole partecipazione di Massimo Dapporto e Antonello Fassari. La pellicola vede Claudio Amendola tornare dietro la macchina da presa dopo La mossa del pinguino e Il Permesso: “Sono strafelice di aver finito il film senza aver avuto intoppi. Abbiamo raggirato il Covid e di questo siamo molto fieri, vuol dire che ci siamo comportati tutti in maniera corretta e giusta. Sono completamente innamorato di tutti gli attori del cast e non potevo sceglierne di migliori, sono davvero fiero di loro. Sono anche molto contento di come abbiamo realizzato il film, del supporto avuto dalla produzione e da tutti i reparti, tutto ciò mi rende veramente orgoglioso. Ritengo questo film il mio esame di laurea” ha commentato lo stesso Claudio Amendola.

Fonte : Sky Tg24