Condannato a 2 anni e mezzo l’uomo che ha investito un 69enne col cane sulle strisce pedonali

15 Marzo 2022

Aveva investito un uomo e il suo cagnolino mentre stavano attraversando la strada sulle strisce pedonali: oggi il conducente del furgone pirata è stato condannato a due anni e mezzo con patteggiamento.

0 CONDIVISIONI

Foto di repertorio.

È stato condannato a due anni e mezzo di reclusione con patteggiamento l’uomo che lo scorso 22 giugno ha investito un cucciolo di Beagle e il suo padrone, Gianfranco Castellano, un uomo di 69 anni mentre stavano attraversando la strada sulle strisce pedonali. L’incidente è avvenuto all’inizio dell’estate 2021 in via Nomentana, all’altezza dell’incrocio con via Val d’Ossola: è su quelle strisce pedonali che un furgone ha avuto l’impatto con la vittima e il suo cagnolino, travolgendoli entrambi.

Per il conducente del furgone, la condanna prevede anche il ritiro della patente per i prossimi 18 mesi a cui si aggiunge, come si legge su un articolo pubblicato oggi da la Repubblica, la richiesta di risarcimento di tutti i danni relativi al sinistro, sia patrimoniali che morali, come la perdita del cagnolino. La richiesta è già stata formulata, in sede civile, dai legali degli eredi della vittima.

L’incidente dello scorso 22 giugno

Nel corso della mattinata del 22 giugno 2021, mentre stava attraversando la strada tenendo al guinzaglio il cucciolo di Beagle che accudiva da qualche mese, il 69enne Gianfranco Castellano è stato investito da un furgone che, secondo la procura, procedeva lungo via Nomentana superando i limiti di velocità previsti per quel tratto di strada. Il cagnolino è morto sul colpo, mentre l’uomo, dopo essere stato soccorso dai passanti e dai medici del personale sanitario del 118, è stato trasportato in codice rosso al Policlinico Umberto I, ma non c’è stato nulla da fare.

Leggi anche

Bimbo di 2 anni ucciso a Milano, annullato l’ergastolo al padre del piccolo Mehmed

Il conducente del furgone, inoltre, dopo aver investito i due, non avrebbe fermato o rallentato, ma anzi, è scappato, senza fermarsi a prestare soccorso. Qualche giorno dopo la polizia municipale è riuscita a rintracciare il furgone pirata che lo ha investito ed è riuscita a risalire all’identità del conducente, condannato oggi a due anni e mezzo di reclusione.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage