Oltre 10mila insegnanti giordani senza lavoro nel 2021

Il dato comprende quanti hanno perso o abbandonato di proposito la cattedra. La diminuzione complessiva del corpo docente rispetto all’anno precedente è del 7,2%. Sono 778 le insegnanti donne disoccupate, i colleghi uomini 2.381. Hanno influito Covid-19 e didattica a distanza. Diminuisce anche il dato relativo al totale degli istituti. 

Amman (AsiaNews) – Nel 2021 oltre 10mila fra insegnanti e professori hanno perso o hanno abbandonato la cattedra, con una diminuzione complessiva nel corpo docente del 7,2% rispetto all’anno scolastico precedente. Lo stato di salute dell’istruzione nel regno hashemita emerge da un rapporto ufficiale diffuso in questi giorni e rilanciato dal quotidiano The New Arab, con base a Londra, basato sui numeri forniti ogni anno dal Dipartimento di statistica di Amman. 

Secondo i dati ufficiali. sono 7.778 insegnanti donne ad aver perduto il lavoro, vuoi per dimissioni o fine servizio. I colleghi uomini sono invece 2.381. Fra le ragioni alla base della dispersione del corpo docente vi sono la pandemia di Covid-19 e le sue ripercussioni nell’ambito scolastico, come la didattica a distanza attraverso la rete e la diffusa chiusura delle scuole. 

In Giordania vi sono circa 7127 scuole, un dato in diminuzione del 5,6% rispetto all’anno precedente e segno che almeno 424 hanno chiuso nel 2021. L’organizzazione femminile Solidarity Is Global Institute (Sigi) auspica un intervento governativo per “superare gli ostacoli” che stanno minando il comparto dell’istruzione e “sostenere i docenti” nello sforzo di rilanciare “il processo educativo, soprattutto nella fase di recupero post pandemia di Covid-19”. Il loro ruolo, siano essi uomini o donne, è “essenziale” per garantire una “istruzione di qualità per tutti” e consentire “speranze di vita migliori”. Inoltre, ai docenti è fondamentale “garantire condizioni di lavoro adeguate e dignitose”. 

In riferimento alla popolazione studentesca, il rapporto governativo mostra che gli studenti iscritti alle classi primaria e secondaria per l’anno accademico 2020-2021 hanno toccato i 2.117.307, dei quali il 49,4% sono donne (pari a 1.074.656 studentesse). Il numero complessivo della popolazione studentesca rappresenta il 19,7% del totale degli abitanti del regno hashemita. Secondo i dati rilanciati dall’associazione, il totale degli insegnanti nell’ultimo anno accademico ammontava a poco più di 130.089 (il 69,5% donne), in calo rispetto ai 140.248 registrati nell’anno scolastico 2019-2020. 

Fonte : Asia